Cortolillo_Prestipino2

“Un sindaco che calpesta leggi a suo piacimento”

Cortolillo_Prestipino2

Sant’Angelo di Brolo – Un Sindaco “factotum”, la descrizione che i consiglieri Cortolillo e Prestipino assegnano al primo cittadino santangiolese. Nel documento cofirmato dai due componenti del gruppo “Rinascita Santangiolese”, il sindaco Basilio Caruso viene condannato per i troppi inganni e le troppe devianze, invitando la gente di S.Angelo ad una profonda riflessione.

UN SINDACO CHE PUO’ FAR … TUTTO !!!
Denunciamo gravi inadempienze di legge

C’è chi ritiene, come il Sindaco Caruso, di poter far tutto, anche infrangere la legge a suo piacimento. 
Mentre si autoproclama sempre amministratore integerrimo, trasparente, infallibile quasi come una divinità, giudice supremo di tutto e di tutti, ritenendosi immune da qualsiasi cosa dall’alto del suo “scanno” e della sua nota tracotanza, si consente non solo di turlupinare i cittadini con le solite falsità e di stracciare la volontà popolare, ma anche di violare le leggi con una disinvoltura che non ha eguali.
Infatti, dalla revoca di Pippo Palmeri dalla carica di assessore è trascorso quasi un mese e ad oggi il Consiglio Comunale non ha potuto esprimere le sue valutazioni.
Per chi non lo sapesse l’art.12 della Legge Regionale n.7/1992, l’art.46 del Decreto Legislativo n.267/2000 e perfino l’art.28 dello Statuto Comunale, recitano così: 
“Il Sindaco può, in ogni tempo, revocare uno o più componenti della Giunta. In tal caso, egli deve, entro sette giorni, fornire al Consiglio Comunale circostanziata relazione sulle ragioni del provvedimento sulla quale il Consiglio Comunale può esprimere valutazioni. Contemporaneamente alla revoca, il Sindaco provvede alla nomina dei nuovi assessori”. 
Sorvolando in questa sede sulle pretestuose ed indegne motivazioni della revoca, esprimiamo il nostro sdegno per il modo come il Sindaco si permetta di calpestare impunemente le leggi, ponendo in essere ancora una volta una gravissima delegittimazione del Consiglio Comunale, verso il quale dimostra disprezzo e nessun rispetto verso i cittadini che lo hanno eletto, pensando forse di vivere … nella repubblica delle banane!!! 
Evidentemente è convinto che qualche misteriosa forza superiore possa sempre proteggerlo e salvarlo per “grazia ricevuta” dalle sue azioni illegittime.
Il Sindaco ha inoltre il malvezzo di guardare le “pagliuzze” negli occhi degli altri, non vedendo mai le “travi” che attraversano i suoi occhi.
Ad esempio, può essere che non sappia dell’ evidente incompatibilità del nuovo assessore Maurotto, che oggi riveste ben tre cariche? 
Come può ricoprire, oltre la carica di assessore e di consigliere, anche quella di Vicepresidente del Consiglio? In quale norma è scritto che un assessore possa presiedere pure il Consiglio Comunale? Abbiamo dichiarato più volte che a questa Amministrazione illegittima, per noi un vero “gruppo di potere”, non faremo sconti di nessun genere e per questo denunciamo alla cittadinanza tutte le storture e le violazioni amministrative che, anche quando saranno sanate, non potranno cancellare l’inosservanza delle leggi e lo spregio verso le Istituzioni. 
In conclusione, a tutela e garanzia della democrazia, della trasparenza e della correttezza amministrativa, ci riserviamo di rivolgerci alle Autorità Competenti affinchè si adoperino per fare rispettare le leggi a chi si ritiene “intoccabile” ed “impunibile”. 
Sant’Angelo di Brolo, 7 febbraio 2015 F.to: F.Cortolillo – E. Prestipino

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close