patti3

Patti espugna Palermo, perdono San Filippo ed F.P Sport

patti3

Patti – Grandissima vittoria dello Sport è Cultura Patti, che nel pomeriggio espugna il parquet del Green Basket Palermo. Sconfitte invece per San Filippo del Mela a Reggio Calabria e per F.P. Sport Messina in casa contro Cosenza. Turno di riposo per il Minibasket Milazzo.

Partiamo dunque dalla vittoria di Patti, trionfante a Palermo col punteggio di 65-73. La squadra di coach Sidoti comincia benissimo la gara, andando avanti sul 9-19 nel primo quarto, prima di essere ripresa dai padroni di casa che chiudono in svantaggio il quarto di un solo punto. Una tripla di Trevisano dà al Green il primo vantaggio dell’incontro, che poi diventa +6 con una bomba dell’ex Daro Gullo. Patti resta comunque concentrata e con le conclusioni dai 6.75 di Ciman ed Evotti trova il -2 alla fine del primo tempo (40-38). Nel terzo periodo Patti stringe le maglie in difesa e consente ai locali di segnare solo 8 punti, a fronte dei 15 dei pattesi, che trovano in Mori e Jovic ottime soluzioni offensive: un canestro dello stesso Mori fissa il punteggio sul 48-53 dopo 30′. Nel quarto periodo Patti prova ad allungare, ma il Green non ci sta e con la coppia di lunghi Maritano-Lombardo, coadiuvati da Calò, trova il sorpasso sul 59-58 al 36′, a cui però risponde immediatamente Sidoti con una bomba: 61 pari quando mancano 3′ al termine. Bolletta segna da 2, Lombardo sbaglia da 3 e Mori firma il canestro del +4 a 1’30” dalla fine: sarà il break decisivo. Il Green riesce a tornare un paio di volte a -2 ma prima Mori e poi Jovic rispondono con 2 bei canestri e Bolletta la chiude dalla lunetta per il definitivo 65-73, che porta in dote i due punti a Patti. Ottima la prova di Mori da 18 punti e 5 rimbalzi; doppie doppie per Jovic (15+10) e Bolletta (13+10); 9 punti per Evotti e 8 per Ciman. A Palermo non bastano i 25 punti di Maritano, la squadra chiude col 37% dal campo e le due bocche di fuoco Gullo e Lombardo tirano, rispettivamente, 2/11 e 1/8 dal campo, numeri che condannano la formazione di Bonanno.

Sconfitta per il Peppino Cocuzza di San Filippo, che gioca per quasi 40′ alla pari in casa della capolista Vis Reggio Calabria, perdendo solo alla fine per 75-68. Un primo tempo che vedeva gli ospiti avanti prima 12-16 dopo 10′, grazie ai canestri di Carpinteri, Laganà e Pandolfi e poi ancora avanti alla fine dei primi 20′ con Albana e Kipa pronti a rispondere ai canestri di Barrile e Stracuzzi: 33-34 San Filippo. Nel terzo quarto i padroni di casa fanno la voce grossa ed arrivano anche a +7 con una tripla di Grasso ma Laganà e Pandolfi con due triple accorciano fino al -2 (53-51). Ultimo quarto che vede la Vis prendere in mano la gara e non mollarla più: i canestri di Warwick, Carnazza e Zampogna portano i locali sul +15 (71-56) a 4′ dal termine. Il resto della gara è utile solo per i tabellini: termina dunque 75-68 per la Vis. Coach Romeo si può consolare con i 17 punti di Pandolfi ed i 15 di Laganà, unici due in doppia cifra per San Filippo. Dall’altra parte bene i lunghi Pellegrino (18 e 9) e Warwick (16 e 11).

Perde tra le mura amiche l’F.P. Sport Messina, con Cosenza che vince ben più nettamente di quanto dica il punteggio, 81-89, dato che la partita non è mai stata in discussione. Gli ospiti infatti chiudevano la pratica già nel primo tempo, terminato 28-55 e al termine dei 30′ erano in vantaggio 50-79. Solo un ultimo quarto di puro “garbage time” permette ai padroni di casa si riaggiustare le cose, quantomeno nel punteggio, chiudendo la gara sotto di soli 8 punti. Non bastano dunque i 21 punti di Santoro, nè i 20 di Cavalieri, nè i 17 di Bellomo. Cosenza chiude con 4 uomini in doppia cifra, tra cui il top scorer dell’incontro Tommasiello, che segna 22 punti e Coscarella che ne mette a referto 21.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close