Alcara

Approvato il P. A. E. S. per la riduzione di CO2 in atmosfera

Alcara

Alcara Li Fusi – Il Comune di Alcara Li Fusi ha aderito formalmente all’iniziativa Patto dei Sindaci dell’Unione Europea, con l’obiettivo di ridurre entro il 2020 di oltre il 20% le emissioni di CO2. Per attuare tale impegno, il Comune ha deciso di predisporre un ”Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile” (P. A. E. S.) o “Sustainable Energy Action Plan” (S. E. A. P.) nel quale sono indicate le misure e le politiche concrete che dovranno essere realizzate per raggiungere gli obiettivi indicati nel Piano.

Nella seduta del Consiglio Comunale del 28 gennaio 2015, presieduta dal Presidente Carlo Vitale, è stato approvato, con i voti favorevoli della maggioranza e l’astensione della minoranza, il Piano d’azione per l’energia sostenibile (P. A. E. S.) strumento innovativo nel suo genere perché prevede azioni strategiche per il raggiungimento di obiettivi specifici di riduzione prefissati.

Il programma dunque è stato rispettato poiché il Piano deve essere presentato agli uffici competenti entro il 31 gennaio 2015 per poter accedere ai finanziamenti finalizzati al risparmio energetico e alla riduzione dell’emissione di CO2 nell’atmosfera.

Il documento è stato illustrato in Consiglio Comunale dal Responsabile dell’Area Tecnica, ing. Sanseverino, e dal redattore Arch. Alfio Greco. Il Sindaco, l’Amministrazione Comunale e l’assessore al ramo Lucio Pirronello si considerano assolutamente soddisfatti poiché è stato realizzato un lavoro estremamente importante che traccia un percorso virtuoso, fatto di azioni concrete e buone pratiche, in grado di raggiungere l’obiettivo per la riduzione di C02 del 20% entro il 2020. Partendo dalla situazione fotografata nel 2011, sono stati individuati diversi settori su cui agire: per alcune di queste il Comune esercita un controllo diretto, per altri il controllo è più difficile perché si tratta di settori privati.

In ogni caso, si tratta di un Piano aperto che prevede delle verifiche periodiche che porteranno a delle rimodulazioni in base ai risultati già raggiunti. In concreto, il Paes contiene azioni suddivise in settori che riguardano gli edifici pubblici, gli edifici residenziali, il terziario, lo smaltimento dei rifiuti, i trasporti e l’illuminazione pubblica. Alcune di queste l’Amministrazione Comunale le ha già attivate di recente come, ad esempio, la riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica mediante la trasformazione a led e la sistemazione della condotta idrica comunale che incideva con costi piuttosto importanti sulle spese di pompaggio dell’acqua dalla sorgente ai serbatoi.

Tra i programmi dell’Amministrazione, per raggiungere tale obiettivo, vi è inoltre il miglioramento dell’efficienza energetica di scuole ed altri edifici pubblici e l’aumento dell’energia prodotta da fonti rinnovabili.

Il Sindaco, dott. Nicola Vaneria, ribadisce che «ad oggi non sono molti i comuni che si sono dotati di questo strumento e se siamo riusciti a raggiungere quest’altro obiettivo è grazie all’ottimo lavoro svolto dai tecnici progettisti e dai collaboratori che hanno fatto in modo, in poco tempo, di reperire più dati possibili e individuare una strategia per conformarci alle direttive e ai parametri impostici dall’Unione Europea».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close