IMG_0738

Promozione, nessuna sorpresa negli anticipi

IMG_0738

Cefalù – Giocati tutti nel palermitano i quattro anticipi della quarta giornata di ritorno del campionato di promozione. In attesa del derby emotivo tra il Merì e la capolista Rocca, domani nella cornice d’eccezione del D’Alcontres, il Castelbuono realizza la decima vittoria consecutiva. 2-0 rifilato a domicilio, nel secondo tempo, al Campofelice di Roccella. Il Cus Palermo, terzo classificato, stende invece per 3-1 il Real Calcio, mentre continua la serie positiva del Città di Mistretta vittorioso in casa del Montemaggiore per 2-1. A Cefalù paga dazio l’Iniziativa, che dopo un buon primo tempo subisce tre gol, due su rigore, in dieci uomini. Di questa partita riportiamo il servizio.

Decima vittoria in campionato per il Cefalù Calcio, che torna a vincere al “Santa Barbara” dopo oltre 45 giorni difendendosi dalle unghiate dell’Iniziativa. La quarta forza del campionato vince infatti con un 3-0 più che largo, alla luce di una buona prestazione dei giallorossi vanificata da un calcio di rigore e dall’espulsione di capitan Cannizzo.

Comincia il match e in più minuti di resistenza a centrocampo si profila uno scontro muscolare tra le due compagini, spesso costrette ad interrompere le manovre e ad appoggiare palla dietro. E’ il 12’ e, approfittando della fatica dimostrata sottoporta degli avversari, l’Iniziativa guadagna punizione su una delle ripartenze concesse.  Adamo è libero in area e con su un servizio preciso, scarica poco a lato di Fiduccia con un tocco basso. Il Cefalù trova così il suo frangente migliore e, dal 14’, si affida alle giocate dei difensori in schieramento super-offensivo. Insinna pressa Cariolo a centrocampo, intento nel gestire un passaggio di Bucca e gli fa perdere palla, innescando più secondi di offensive nell’area sampietrina. Arasi è attento ed in due occasioni ci mette i guanti. Rischia solo alla seconda conclusione, con i difensori che accompagnano sul fondo. Poco più tardi Bertolino lancia a cercare Insinna, in netto ritardo per il colpo di testa e sempre Bertolino tira da 35m parato da Arasi in tuffo. A ridosso della mezz’ora Ferrara libera dalla distanza un gran destro, da punizione, superando la ressa in area e trovando un nuovo tuffo di Arasi, mentre Sferruzza vince Addamo in contropiede e vede D’Amico vanificare il buon inserimento, chiuso di testa fondo.

La ripresa si mostra da subito più cattiva, ma a poco servirà il consueto ping-pong di ripartenze a causa del rigore fischiato da De Luca al 5’.  L’area nebroidea è assediata e parte un cross su cui l’arbitro ravvisa una trattenuta di Masi, subito ammonito. La conclusione cefaludese era infatti da dimenticare per Caronia, nonostante la sua coordinazione, ed i gialloblu guadagnano il penalty con una decisione molto sottile. D’Amico mette dentro alla battuta, spiazzando Arasi con una traiettoria bassa ben disegnata. Subito lo svantaggio una nuova tegola cadrà in testa alla formazione ospite, che perde capitan Cannizzo per doppio giallo, costretto ad effettuare una trattenuta su uno sbavato controllo dei compagni arretrati. Paradossalmente l’Iniziativa avrà una scossa di orgoglio e farà a tratti la partita, costruendo più possesso palla degli avversari e non scomponendosi dietro. Qualche ripartenza viene anche concessa con Germanò e Cariolo che, nonostante l’inferiorità, creano alcune palle gol mai concretizzate. Al 70’ proprio l’ex Città di Messina guiderà un bell’inserimento, percorrendo in tranquillità gli ultimi 20 metri sulla destra, ma a difesa battuta nessuno potrà aiutarlo nel pareggiare. Tomasello chiude comunque il match 7 minuti dopo, trovando gli ospiti gettati in avanti alla ricerca del pari, inserendo in rete una stoccata perfetta. Da fuori area, decentrato, tradisce Arasi, scavalcato con la palla finita sotto la traversa. A partita interrotta da più cambi l’ultimo guizzo dell’Iniziativa porta la panchina a reclamare il secondo rigore di giornata, per un accusato tocco di mano su cross da destra, ma non lo guadagna concedendolo al 90’. L’ex Spinella è infatti in ritardo sull’attaccante, che porta la palla sul dischetto insaccandola a fil di palo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close