Upea

L’Upea è più fredda nel finale, Cantù cede 79-71

Upea

Capo d’Orlando – Vittoria al fotofinish e “PalaFantozzi” in piedi per l’Upea Capo d’Orlando, che nella decima giornata di Serie A Beko supera 79-71 l’Acqua Vitasnella Cantù tra le mura amiche grazie ad un finale di partita perfetto dopo un match assolutamente equilibrato.

Coach Griccioli schiera il quintetto d’ordinanza per i padroni di casa siciliani: Henry-Freeman-Burgess-Archie-Hunt i primi cinque di Capo d’Orlando. L’ex della gara, Gianluca Basile, parte dal pino. Starting lineup con Jonhson-Odom e Feldeine dietro per l’Acqua Vitasnella Cantù di coach Sacripanti. Shermadini è il pivot, Hollis e Jones occupano i due spot in ala.

Il match si apre con un canestro in campo aperto di Hollis lanciato da Johnson-Odom, schiacciata del prodotto da George Washington University che apre il primo parziale canturino, 2-9 dopo 3’ di gioco. Un’affondata di Shermadini costringe Capo d’Orlando al timeout, 6-13 Cantù con 5’23’’ sul cronometro del primo periodo. La pausa sembra giovare ai paladini, che rientrano sul -2 (13-15) prima che il backcourt ospite torni al lavoro, riportando le due formazioni distanti di 8 lunghezze (13-21). Un canestro in entrata di Williams e due liberi di Burgess fissano il punteggio del primo quarto sul 15-23.

L’inizio del secondo quarto è griffato Matteo Soragna-Dario Hunt. Il capitano dell’Upea mette a segno 4 punti in sequenza, il centro paladino schiaccia in testa alla difesa canturina dopo un pick&roll con Henry e la sfida è di nuovo in parità, 25-25 a 7’ dal termine del primo tempo. Due bombe di Feldeine e Gentile sembrano riportare l’inerzia dalla parte dei brianzoli ma i biancoazzurri di casa non mollano e tornano a contatto grazie al solito Hunt. A fine primo tempo, il tabellone recita 39-41 Cantù.

In avvio di ripresa si prosegue sul leit-motiv del finale del primo tempo, con il punteggio spesso in parità. A 5’04’’ sul cronometro del terzo quarto, l’Upea Capo d’Orlando mette per la prima volta il muso avanti grazie ad una tripla di Henry. La replica canturina è ovviamente ad opera di Feldeine, che con 5 punti in un amen riporta Cantù avanti di 4 punti, 48-52. Sul finire di terzo quarto si segna pochissimo. L’Orlandina torna sul 52-52 a fatica, una gran penetrazione di Johnson-Odom riporta Cantù sul +2 ma l’Upea risponde immediatamente con Freeman in una gara sempre più equilibrata. Dalla lunetta Soragna regala il nuovo sorpasso ai padroni di casa, 55-54 con 1’04’’ ancora da giocare. Abass-Abass impatta con un libero prima della sirena, 55-55 e ultimo quarto in arrivo.

L’ultimo periodo è un continuo scambio di sorpassi e contro-sorpassi. L’Acqua Vitasnella si affida ad un inarrestabile Feldeine, Capo d’Orlando è nelle mani di un ottimo Hunt e delle sue guardie. Due liberi di Freeman a 5’46’’ dal termine della gara portano i padroni di casa avanti, 63-62. Un finger roll di Johnson-Odom vale il 65-66 canturino. Feldeine entra con la moto in area ma viene respinto con perdite dalla clamorosa stoppata di Hunt che galvanizza il pubblico di casa. Un erroraccio di Johnson-Odom manda a schiacciare Freeman, Shermadini sbaglia da mezzo metro, Burgess attacca il ferro e guadagna due liberi, di cui uno a bersaglio: Orlandina avanti 68-66 a 3’ dalla fine ed è bolgia al “PalaFantozzi”. Segna Shermadini seguendo il sue errore per il pareggio ma una tripla frontale e un canestro in penetrazione di Archie valgono i titoli di coda di una partita combattutissima. Vince l’Upea, 79-71. I paladini agganciano in classifica proprio Cantù a quota 8 punti. Per i canturini una sconfitta amara, maturata in un finale di gara condotto in maniera scellerata da Johnson-Odom e compagni.

Upea Capo d’Orlando-Acqua Vitasnella Cantù 79-71

Upea Capo d’Orlando: Archie 9 (3/5, 1/5 da tre), Freeman 21 (8/12, 1/6 da tre), Hunt 15 (7/9), Basile (0/1 da tre), Motta DNP, Soragna 5 (1/3, 0/2 da tre), Nicevic DNP, Burgess 12 (2/5, 1/3 da tre), Henry 17 (3/6, 2/6 da tre), Pappalardo DNP, Strati DNP. Coach: Giulio Griccioli.

Acqua Vitasnella Cantù: Johnson-Odom 8 (3/5, 0/4 da tre), Feldeine 23 (6/9, 3/5 da tre), Abass-Abass 1 (0/1, 0/3 da tre), Bloise DNP, Laganà (0/1), Jones 8 (3/8, 0/1 da tre), Maspero DNP, Shermadini 12 (6/11), Hollis 5 (1/2, 1/3 da tre), Buva 5 (2/3, 0/1 da tre), Gentile 3 (0/1, 1/4 da tre), Williams 6 (3/4). Coach: Stefano Sacripanti.

Parziali: 15-23; 39-41; 55-55; 79-71.

Arbitri: Luigi Lamonica di Roseto, Mark Bartoli di Trieste, Beniamino Manuel Attard di Priolo Gargallo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close