Alessio Scolaro

È grande Due Torri, Scolaro: «Ottimismo per il prosieguo»

Alessio Scolaro

Piraino – Tredici turni di Serie D disputati nel Girone I, 18 punti in carniere e tante buone prestazioni. Il Due Torri di mister Antonio Venuto sta entusiasmando i sostenitori biancorossi e gli addetti ai lavori, risultando ad oggi la squadra messinese migliore nei tornei dilettantistici di calcio. Per discutere di questo bel momento biancorosso, corredato dal successo nel sempre sentito derby con l’Orlandina, si è intrattenuto ai microfoni di “Sport Park”, in onda ogni lunedì sera sulle frequenze di Radio DOC, il centrocampista dei pirainesi Alessio Scolaro.

Alessio, inizio di stagione davvero ottimo per il tuo Due Torri.

«Assolutamente sì. Siamo contenti di quello che stiamo facendo. A parte l’incidente di percorso Sorrento, abbiamo sfoderato sempre buonissime prestazioni, a prescindere dal risultato. Siamo un gruppo compatto che rema nella stessa direzione. Ci aiutiamo e i risultati si vedono».

L’anno scorso avevate fatto più fatica in avvio di campionato. Cosa è cambiato con mister Venuto rispetto al passato?

«Il mister ci fa lavorare tantissimo e ci ha inculcato una grande mentalità. Credo faccia la differenza in panchina. In generale, comunque, penso che un anno di esperienza in Serie D sia servito un po’ a tutti per crescere, in campo e fuori. Adesso sappiamo cosa ci aspetta, siamo preparati ad affrontare partite dure e siamo più consapevoli di ciò che possiamo fare. La nostra è una squadra giovane che però ha tanto entusiasmo e qualità. Con una società più matura alle spalle ritengo sia naturale questo miglioramento in personalità».

Domenica avete vinto per 3-0 il derby con l’Orlandina anche se in un’atmosfera diversa dal solito. Sensazioni?

«Solitamente il derby tra Due Torri e Orlandina è molto sentito, in campo, sugli spalti e anche nei rispettivi paesi. Domenica, invece, a causa dei problemi che affliggono i biancoazzurri, l’atmosfera era completamente diversa. Poco pubblico, poca rivalità, ho provato una sensazione strana. La partita è stata una non-partita. Abbiamo dominato dall’inizio alla fine, gestendo la gara con intelligenza e vincendo meritatamente. La cosa più difficile è stata mantenere alta la concentrazione durante l’arco della settimana, ma da questo punto di vista il mister è stato un vero martello e siamo scesi in campo focalizzati sul nostro unico obiettivo, la vittoria».

Prossimo turno la Frattese, poi nuovo derby, questa volta contro la Tiger Brolo.

«Andare in Campania è sempre difficile, anche se forse l’anno scorso risultava addirittura proibitivo. Non conosco bene la Frattese, so che hanno un attacco molto forte, di certo l’allenatore ci preparerà al meglio come ha sempre fatto fin qui. Speriamo di portare a casa un risultato positivo, diciamo che punto sullo 0-1 per noi! Per quello che riguarda la Tiger Brolo, mancano ancora due settimane a quella partita. Penseremo più in là ai gialloneri, anche se personalmente ritengo sia quello contro i brolesi il vero derby di quest’anno».

La stagione scorsa avete giocato un brutto girone di ritorno. Cosa ti aspetti dopo il giro di boa di quest’anno?

«L’anno scorso abbiamo giocato un bruttissimo girone di ritorno, in trasferta non abbiamo praticamente mai vinto. Quest’anno, però, penso sarà diverso. Si respira un’aria diversa al campo, c’è ottimismo per il prosieguo del campionato. Credo che, lavorando con attenzione e applicazione, il Due Torri potrà salvarsi tranquillamente. Serve restare umili e con i piedi per terra, sappiamo quali sono i nostri punti di forza, magari ci rinforzeremo con il mercato, la salvezza è alla nostra portata».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close