Mimì Sterrantino e gli Accusati in concerto

Mimì Sterrantino e Gli Accusati

Mirto – Consueto appuntamento settimanale con la buona musica a “La Dispensa Folk Club” di Mirto. Domani sera alle ore 21:30 si esibirà Mimì Sterrantino, insieme al complesso “Gli Accusati”.

Domenico Sterrantino alias “Mimì” nasce sulla sponda di un ghiacciato fiume della Svezia del nord, ma solo dopo due mesi si trasferisce a Castelmola, sulla calda costa della Sicilia orientale a 550 metri dal mare. Qui cresce tra farina, odore di legna bruciate, ginocchia sbucciate, palloni scomparsi nei burroni e soprattutto musica. Sin da bambino viene invogliato e in alcuni casi anche costretto a cantare e ad esibirsi nelle recite scolastiche delle elementari. All’età di undici anni inizia a suonare la chitarra, seguito pazientemente dal padre, cantante di musica folk; e dopo poco tempo impara ad eseguire il brano famoso natalizio “White Xmas”. Da allora la passione per la musica del giovane artista non fa che aumentare e sfoga la sua prima fase sulla musica folk e inevitabilmente sulla musica leggera italiana, in particolare Lucio Dalla e Lucio Battisti. A quattordici anni conosce per la prima volta il forte vibrare di una chitarra elettrica, una bellissima Stratocaster, con cui cercherà di imitare le miagolanti note di Jimmy Hendrix e gli acuti di Freddy Mercury. Ma per il futuro cantautore la vera svolta sta in un doppio vinile di Bob Dylan; da quel momento scrive dei testi in un incomprensibile inglese improvvisato e decide di dedicarsi all’italiano. Di tanto in tanto si imbatte in strane musiche orientali, che stuzzicano sempre di più la sua curiosità. E oltre a farsi ispirare da artisti del calibro di Tom Waits, Paolo Conte, Fabrizio De Andrè e Vinicio Capossela, si fa investire dalle meravigliose melodie della musica zingara e delle sue varie etnie. Nel Dicembre del 2006 registra per la Malintenti, una piccola etichetta indipendente, un EP di otto canzoni. Seguono successivamente tantissimi concerti in giro per la Sicilia e molte apparizioni nel resto dell’Italia. Mimì Sterrantino dal 2008 collabora con il gruppo “I Beddi”, progetto di musica popolare siciliana, allo scopo di preservare e divulgare l’importanza delle tradizioni locali. Il suo primo lavoro discografico arriva nell’estate del 2012 e prende il nome del brano “Spengo il televisore”, in cui si ravvisa un chiaro invito alla popolazione di spegnere la tv e di non guardare i cattivi programmi che imbambolano. In questa esperienza musicale lo accompagnano gli “Accusati” (Francesco Frudà, Sandro Curcuruto, Flavio Gullotta, Andrea Lo Palo), pacifisti artisti prigionieri della musica.

Print Friendly



Articoli Correlati

Close