IMG_8950

Sorride L’Iniziativa, Milazzo bloccato

IMG_8950
San Piero Patti – Dodicesima giornata piena di gol nei campionati messinesi di eccellenza e promozione. Partendo dalla prima serie regionale il Milazzo viene rallentato in casa dall’Acireale, che dopo essere andato avanti per 1-2 ha visto sfumare la vittoria esterna grazie ad un bel gol di capitan Camarda. Pochi però i danni arrecati dal pareggio, a vedere la zona alta della graduatoria, con il Vittoria che viene bloccato sullo stesso risultato ed il Siracusa che si avvicina alla vetta. Più in basso l’Igea Virtus espugna Rosolini, col risultato di 2-1 e riesce a siglare la prima vittoria esterna grazie alle reti di Paolo Genovese e Biondo.
In promozione invece è la giornata del Rocca, che battendo la Mamertina con la doppietta di Cannavò, allunga su tutte le pretendenti, clamorosamente a rilento. Negli anticipi il Cefalù va in svantaggio ospitando in Campofelice e raggiunge l’1-1 con Caronia, mentre continua il buon momento del Sinagra che si lancia a quota 13 battendo per 2-0 il Cus Palermo, con le reti di Giovanni Gaudio e Salpietro. Castelbuono e Santangiolese sono poi rispettivamente alla terza e quarta vittoria consecutiva, con i granata che vincono di misura a Mistretta , andando dietro il Rocca, e i ragazzi di Palmeri felice del 2-1 sul fanalino di coda Ciappazzi. A ridosso dei playout pari per il Sant’Agata, che va in svantaggio contro il Merì, segna Scolaro e recupera con Monastra, mentre l’Iniziativa torna alla vittoria dopo oltre 30 giorni. Del match dei sampietrini contro il Real Calcio, finito 3-1, riportiamo l’intera cronaca.

Torna a festeggiare l’Iniziativa, che grazie al 3-1 rifilato al Real Calcio mette a segno il proprio quinto successo stagionale. I sampietrini si lasciano così alle spalle le tre sconfitte ed il solo pareggio raccolti nelle ultime uscite e portano a 7 punti il distacco coi finalesi andando a quota 16, ben distante dalla griglia playout.

All’avvio tutto lascia presagire una gara scialba, quando entrambe le squadre giocano a ritmi bassi e solo l’Iniziativa si spinge in avanti ma con poca incisività in area. Allora al 12’ Castellino si piazza davanti Nasca, dove viene colpito con le mani fino ad essere atterrato. Battiato non ha dubbi e dal dischetto la stessa punta sampietrina non realizza il penalty. La conclusione viene parata in due momenti dal portiere, che dopo essersi tuffato recupera sulla linea la palla ribattuta sul palo. Più tardi Genes viene servito da Bongiovanni ed incorre in area, dove Longo si alza a fermarlo. Il player giallorosso riprende palla ma, su un tiro poco lucido, viene deviato in angolo. L’Iniziativa non trova dunque il guizzo vincente ma l’avversario Longo riesce a premiarne gli sforzi. Al 29’ Adamo crossa verso Castellino, lanciato di testa, ma questo viene preceduto dal terzino rossoblu, costretto ad insaccare maldestramente al posto suo. Quattro minuti dopo è sempre la compagine sampietrina a proporsi, quando Bongiovanni disegna una bella parabola da 30 m e va a spegnersi a poca distanza dall’incrocio sinistro, ma gli ospiti approfittano di una palla inattiva per rimettere in pari il risultato. Ciardo, al 36’, opta per una conclusione lunga da 40 m e svirgolando  poco, trova in area Città, abile a battere Pontillo di testa sul lato opposto.

Nella ripresa entrambe le squadre sembrano sentire stretto il pareggio e si alza notevolmente la velocità della partita. Adamo trova uno spiraglio per un bella azione personale dopo 5 minuti, quando superando in velocità due avversari manca di poco lo specchio della porta, mentre sull’angolo da lui battuto Bongiovanni salta in area calciando troppo alto. Non va comunque oltre il 68° l’attesa dei giallorossi per un nuovo vantaggio, grazie soprattutto ad una azzeccata doppia sostituzione. Su nuovo angolo Spinella colpisce di testa e Germanò corregge la traiettoria in area piccola, appoggiando facilmente in rete la palla del 2-1. Gli ospiti cercano così di chiudersi, venendo fuori solo grazie a contropiedi o calci piazzati e restando scoperti ad un quarto d’ora dal termine, quando una ripartenza dei padroni di casa sorpassa la difesa e vede Nasca costretto ad uscire lasciando sguarnita la porta. D’Angiolella calcia, molto vicino all’estremo finalese, e va sul fondo.  Prima della chiusura c’è infine tempo per la straordinaria rete di Sorrenti, utile per i suoi a mettere in ghiaccio il risultato. Il centrocampista dribbla in area, prosegue sulla destra e calciando di piatto spinge la palla sotto la traversa.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close