10509615_774852425911785_7450541999766406384_n(1)

Grande musica con Alfio Patti

10509615_774852425911785_7450541999766406384_n(1)

Mirto – Domani sera alle ore 21:30 terzo appuntamento con la Stagione Musicale 2014/2015 a “La Dispensa Folk Club” di Mirto. Questa settimana si esibirà il cantastorie Alfio Patti, originario di San Gregorio di Catania.

L’artista siciliano è un Giornalista pubblicista, laureato in Pedagogia, ha collaborato con diversi quotidiani come “La Repubblica” e “La Sicilia” ed è Direttore Responsabile della Rivista culturale “Incontri”. Alfio Patti ha dedicato anche la sua vita a molteplici impegni di carattere artistico; infatti si occupa di lingua e poesie siciliane da circa 30 anni. Il cantastorie, studiando i secoli dal 1250 a oggi, scopre tante ricchezze siciliane e per questo decide di portare in giro le sue conoscenze attraverso delle conferenze; questa sua scelta deriva dalla necessità di dare un taglio diverso alle conferenze tradizionali, sempre un pò noiose, ma sopratutto per fare in modo che anche i più giovani si possano avvicinare al dialetto siciliano. E dal 2002 Alfio Patti ha messo in pratica una sua idea di impegno artistico e culturale, che consiste in conferenze – spettacolo, aventi per protagonisti versi, musiche, canti e didascalie di motivi classici e moderni della Sicilia. Si tratta di uno spettacolo veramente singolare, visivo, fonico e gestuale, che lui stesso ha battezzato “Allakatalla”. Questa rappresentazione (inscenata per la prima volta al Centro culturale Paternò Tedeschi) è intitolata come il Gruppo di ricerca fondato dal giornalista siciliano e ha riscosso grande successo in Sicilia, nel Nord Italia e all’estero. Infatti le tappe più importanti in giro per il mondo sono state nel 2004 in Australia e Germania, nel 2005 a Nizza, nel 2011 in Argentina e nel 2012 a Città del Messico. Per Alfio Patti l’identità culturale è importantissima, oggi più di ieri, e per queste motivazioni con passione fa conoscere la nostra cultura siciliana in tutto il globo. Recentemente ha anche deciso di coinvolgere i giovani, sempre più lontani da questo tipo di spettacoli, attraverso un’altra strategia, quella editoriale. L’ultimo dei libri scritti dal cantastorie siciliano si intitola “Arsura d’amuri” e viene dedicato alla poetessa Graziosa Casella, donna di alta cultura nonostante l’ambiente medio – basso in cui viveva. Tra i tanti premi e riconoscimenti ottenuti da Alfio Patti, due in particolare sono ritenuti i più importanti dallo stesso artista: in campo letterale il Premio Internazionale di poesia Città del Marineo, ottenuto nel 2006 con la raccolta di poesie “Nudi e Crudi”; in campo artistico invece il riconoscimento più grande consiste nell’essere stato riconosciuto dalla FIT (Federazione Italiana Tradizione Popolare) nel 2010 ambasciatore del folklore siciliano. Alfio Patti è stato diverse volte ospite della RAI in varie trasmissioni, tra le quali “Magica Italia” su RAI 1 per il rilancio dell’immagine dell’Italia nel mondo e sempre su RAI 1 nei programmi “Energie etnee” e “Sabato e Domenica Estate”. Inoltre Alfio Patti è stato presente su Radio 3, insieme a Giovanni Vallone, con un progetto suddiviso in tre puntate, in cui ha cantato, recitato e raccontato la tradizione siciliana. L’artista, soprannominato dal giornalista Franco di Mare “l’Aedo della Sicilia” in quanto ricorda i cantastorie dell’antica Grecia, è l’esempio di come attraverso la passione, la tenacia, l’impegno e la ricerca, si possa riuscire in ciò in cui si crede, mantenendo vive le proprie origini insieme alla propria identità culturale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close