mirto1

Albergo Diffuso, conclusi i Workshop immobiliari

mirto1

Mirto – Si è tenuto Sabato 11 Ottobre alle ore 16:00, presso la Sala delle Capriate del Palazzo Cupane di Mirto, l’ultimo appuntamento con i Workshop immobiliari di “Nebrodi Albergo Diffuso”. Il Sindaco Giuseppe Lanaro ha presentato l’incontro, sottolineando la crescita negli ultimi anni del turismo rurale e la possibilità attraverso l’ospitalità diffusa di sviluppare un turismo low cost.

In questo convegno conclusivo si ricorda come il Progetto “Nebrodi Albergo Diffuso” è nato nel 2010 e deve essere concluso entro il 2015. Nel prossimo mese di Novembre entrerà in azione uno staff tecnico, che controllerà le caratteristiche dei vari immobili e potrà creare una banca dati delle case aventi i giusti requisiti. L’Albergo Diffuso è una nuova formula di ricettività extralberghiera; è una struttura orizzontale, che ha la hall posizionata al centro del paese e le varie camere che si trovano in case disabitate, non più utilizzate. Questo tipo di conformazione si distingue dall’albergo verticale, nel quale la hall è situata al piano terra e le diverse stanze collocate in modo verticale. Un’altra differenza rispetto all’albergo vero e proprio è la gestione comunitaria delle risorse. Infatti è prevista una hall unica, una reception unica, che fornisce servizi comunitari per tutti. I Nebrodi hanno il vantaggio di possedere un patrimonio storico disabitato, che può essere riutilizzato per diversi fini. In questo Progetto non solo devono rientrare i proprietari, ma anche gli erogatori di servizi, i ristoratori e gli artigiani. Un servizio fondamentale è quello della logistica; bisogna andare a prelevare il turista all’aeroporto e poi nel giro di tre ore portarlo a destinazione.

In seguito il Dott. Carlo Giuffrè ha spiegato come, per allargare la conoscenza dell’Albergo Diffuso, è stato improntato un marketing a livello internazionale. Verranno organizzati incontri con i tour operator, i quali suggeriranno alcuni pacchetti per venire incontro alle esigenze dei visitatori. Gli incontri con i tour operator in varie nazioni europee, ha fatto notare che l’offerta non deve essere rivolta verso un mercato standard, ma ad un mercato sconosciuto; una zona, come quella nebroidea, che ha molte ricchezze e ancora non è stata rivalutata per quello che merita. L’esperto mostra l’importanza degli aeroporti di Comiso e di Trapani, che diventano scali importanti.

Collegato all’Albergo Diffuso è il Progetto “Nebrodi Art”, che vuole mettere in rete il patrimonio storico e ambientale dei Nebrodi. Inoltre dai prossimi mesi verranno organizzati in tutti i dieci Comuni, inseriti nell’Albergo Diffuso, Workshop indirizzati direttamente ai proprietari interessati all’iniziativa.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close