Orlandina Pistoia

Esordio amaro per l’Upea, Pistoia sbanca il “PalaFantozzi” 71-74

Orlandina Pistoia

Capo d’Orlando – Dopo sei lunghi anni di attesa, l’Orlandina Basket ritorna nella massima serie del campionato italiano di pallacanestro ma nella lieta occasione non può brindare al successo a causa di una Giorgio Tesi Group Pistoia mai doma, che nella prima giornata della Serie A Beko passa a Capo d’Orlando per 71-74 dopo una partita infinita.

Quintetto tutto americano per coach Giulio Griccioli, che alla palla a due manda in campo Flynn-Freeman-Burgess-Archie-Hunt. Lo starting lineup degli ospiti di coach Paolo Moretti è invece composto da Hall-Filloy-Williams-Milbourne-Brown.

In un gremitissimo “PalaFantozzi”, parte forte l’Upea, che apre la propria campagna in Serie A 2014/2015 con un parziale di 14-6 griffato Archie-Burgess in avvio di primo quarto. Coach Moretti è subito costretto a chiamare timeout per arrestare l’emorragia difensiva di Pistoia. La reazione dei toscani non è però di quelle indimenticabili. L’Orlandina continua a tirare con ottime percentuali e a dominare sotto le plance. La formazione paladina in chiusura di periodo riesce persino ad allungare, andando al primo mini-riposo avanti di 10 lunghezze (25-15).

Secondo quarto con gli ospiti che riscaldano le mani e iniziano a martellare il canestro biancoazzurro. Hunt soffre la fisicità di Johnson nel pitturato, ne consegue un controllo del ritmo di marca pistoiese, con gli ospiti che accorciano il gap fino al -1 grazie a due liberi di Hall. Un air ball di Flynn con successivo canestro in step back di Brown porta addirittura in vantaggio 37-38 la Giorgio Tesi a pochi secondi dalla sirena del primo tempo. L’Upea riesce comunque a rimettere il muso avanti prima dell’intervallo lungo grazie ad un jumper di Archie che sancisce il 39-38 dopo 20’ di gioco.

L’inizio ripresa vede ancora Pistoia in grande spolvero, trascinata da un sontuoso Cinciarini. Un gioco da tre punti di un fino lì cheto Flynn porta il match sul 43-43 con 8’ ancora da giocare nel quarto. L’intensità della gara sale con il passare dei minuti. La difesa di Pistoia alza il volume della radio, con Capo d’Orlando che fa più fatica a battere dal palleggio i piccoli toscani. A 5’ dal termine del terzo periodo, Pistoia conduce 45-49. Brown, intanto, mette anche le olive nel Martini con una schiacciata che fa sobbalzare l’intero pubblico orlandino. A fatica, l’Upea resta a contatto con gli ospiti. Una gran tripla fuori ritmo di Soragna e un libero dello stesso capitano biancoazzurro mandano le squadre all’ultimo break con Pistoia avanti di 1 punto (54-55).

L’ultimo parziale è un vera guerra agonistica tra le due squadre. I toscani fanno la differenza in vernice, con Johnson sugli scudi. L’Upea prova a reagire con gli esterni ma Flynn e Freeman sembrano non essere in serata di grazia. Dominque Archie è il faro offensivo dei padroni di casa, che nella propria metà campo non riescono comunque ad arginare lo strapotere atletico di Johnson. Archie a parte, però, l’Orlandina non segna praticamente mai nel quarto quarto, complice l’ottima difesa di Cinciarini e compagni, che a 2’ dalla fine conducono 63-67. Il finale è concitato. L’Orlandina, sotto di 3 punti, è costretta al fallo sistematico sugli ospiti. Filloy fa 1/2 dalla lunetta, Burgess non ne approfitta, dando a Williams la possibilità di mettere in ghiaccio il risultato. L’americano non è però freddo nell’occasione, 0/2 ai liberi e pazzesca tripla di Nicevic che riapre un incontro che sembrava già chiuso, 71-72 Pistoia a 3” dal termine. Nuovamente in lunetta dopo l’ennesimo fallo intenzionale, Williams non perdona e riporta sul +3 i ragazzi di coach Moretti. Sulla sirena, l’Ave Maria da tre di Basile non va. Pistoia sbanca così Capo d’Orlando 71-74 e rovina il ritorno nella massima serie dell’Orlandina Basket.

MVP della gara Linton Johnson, che scrive 16 punti e 10 rimbalzi in 25’ di azione. Non bastano i 16 di un grande Archie all’Upea, che deve sicuramente lavorare tanto in settimana in vista della trasferta di domenica prossima a Bologna sul parquet della Virtus.

Upea Capo d’Orlando-Giorgio Tesi Group Pistoia 71-74

Upea Capo d’Orlando: Archie 16, Freeman 3, Hunt 9, Basile 3, Soragna 4, Flynn 6, Nicevic 14, Pecile 5, Burgess 11, Bianconi DNP, Strati DNP. Coach: Giulio Griccioli.

Giorgio Tesi Group Pistoia: Brown 11, Cinciarini 13, Williams 14, Mastrellari DNP, Milbourne 4, Filloy 7, Severini DNP, Magro 2, Hall 7, Johnson 16. Coach: Paolo Moretti.

Parziali: 25-15; 39-38; 54-55; 71-74.

Arbitri: Saverio Lanzarini di Bologna, Roberto Chiari di Ponzano Veneto e Michele Rossi di Anghiari.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close