tiger noto match

La Tiger rialza la testa, sconfitte di misura per Orlandina e Due Torri

tiger noto match

Piraino – La Tiger rialza la testa, secondo ko consecutivo per Orlandina e Due Torri. Questo il verdetto della quinta giornata del Girone I di Serie D che vedeva impegnate le tre messinesi reduci da altrettante sconfitte durante lo scorso turno di campionato. La Tiger supera il Noto grazie a Calabrese, mentre vengono battute di misura Orlandina e Due Torri.

Buona cornice di pubblico al “Vasi” di Piraino per la sfida tra Tiger Brolo e Noto, match valido per la quinta giornata del torneo di Serie D Girone I. I “tigrotti” di mister Bellinvia, alla ricerca del primo successo casalingo, si schierano con un 4-3-3 che vede il ritorno di D’Arrigo in regia e il tridente Aloe-Calabrese-Isgrò in avanti. Il Noto di mister Di Sole risponde con uno strategico 3-4-3, puntando sulla fisicità di Saani in attacco e sulla gamba di Rabbeni e Failla sulle fasce. Arbitra il signor Pedretti della sezione di Brescia, con l’aiuto dei signori Musumeci di Catania e Ciacia di Palermo.

Dopo le prime scaramucce iniziali, la partita si accende al minuto numero 15, quando Isgrò dalla destra mette in mezzo un insidioso traversone che costringe Ferla a rifugiarsi in angolo. Un minuto dopo è invece il netino Failla a far correre un brivido a D’Alessandro con una conclusione dal limite alta di un soffio. Al 23’ Isgrò salta il diretto marcatore e ci prova col destro, Ferla blocca. La Tiger è padrona assoluta del campo, con i granata che si difendono strenuamente. Al 29’ Calabrese in mischia trova la zampata giusta tra una selva di maglie avversarie, Ferla è reattivo e spedisce in corner. Al 34’, break centrale dirompente di Bica Badan che si beve tutto il centrocampo ospite e fa partire una bordata dai venti metri che si stampa sul palo alla sinistra dell’ormai battuto estremo difensore siracusano. Lo stesso avviene al minuto 45, quando Isgrò dal limite centra ancora il montante alla sinistra di Ferla. Dopo 1’ di recupero, si va quindi al riposo sullo 0-0 nonostante il dominio giallonero.

La ripresa si apre sotto una pioggia battente che disturba i ventidue protagonisti dell’incontro. La gara è meno spettacolare ma al 58’ la Tiger finalmente trova il varco giusto per passare. Punizione dalla destra di D’Arrigo, in area irrompe Kouadio che non riesce a battere Ferla ma il pallone schizza sul sinistro di Calabrese che non lascia scampo all’estremo difensore netino, 1-0 giallonero strameritato. Dopo il vantaggio la Tiger abbassa il ritmo. Il possesso palla dei locali è egregio e gli ospiti non riescono mai a pungere. Anzi, è ancora la formazione di Bellinvia a sfiorare la rete con un gran diagonale di Bica Badan deviato oltre la traversa. Il finale è convulso. Qualche infortunio e un battibecco inducono il signor Pedretti ad assegnare ben 8’ di recupero. Nonostante il tempo supplementare concesso, i brolesi mantengono il punteggio sull’1-0, conquistando la prima vittoria interna stagionale dopo una prestazione più che convincente. Per il Noto secondo ko dell’anno e sesta gara consecutiva ufficiale senza gol all’attivo.

All'”Esseneto” di Agrigento, il Due Torri di mister Venuto fa intanto visita alla corazzata Akragas. Pur privi di Provenzano e Dalì, i biancorossi giocano alla pari contro i “giganti” di casa. Il primo tempo è molto equilibrato, con un paio di conclusioni pericolose da ambo le parti firmate Cassaro e Arena N.. Proprio il bomber locale è decisivo al 43′ quando, su rigore, dà una scossa ad un match fin lì assolutamente bloccato. Nella ripresa i pirainesi cercano il punto dell’1-1 con Cicirello e Savasta ma gli avanti messinesi non hanno fortuna. Finisce dunque 1-0 per l’Akragas, con il Due Torri che torna a casa a mani vuote ma con la consapevolezza di aver tenuto testa ad una compagine con un budget molto diverso da quello dei biancorossi.

Perde anche l’Orlandina, che a Villa San Giovanni contro l’Hinterreggio cede per 2-1 ai padroni di casa. Al “Santoro” sono proprio i paladini a passare per primi con Maouel, ottimamente servito da Di Gregorio, che al 9′ realizza un grande gol. I calabresi pervengono al pari al minuto numero 29 grazie a Forgione. Nel finale di primo tempo arriva la svolta del match, con il portierino tedesco Hiemer che viene espulso. Nella ripresa l’Hinterreggio, in superiorità numerica, spinge e trova la rete della vittoria al 58′ ancora con Forgione su imbeccata di Manganaro. Alla luce di questi risultati, i biancoazzurri si ritrovano così in coda con soli 3 punti in graduatoria dopo cinque turni. 5 punti per il Due Torri mentre lo scettro della migliore messinese spetta oggi alla Tiger Brolo, a quota 7 punti in classifica. Domenica prossima si giocano Due Torri-Leonfortese e soprattutto Orlandina-Tiger. La settimana di fuoco è già cominciata.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close