consiglio brolo

Mensa scolastica “esterna” e Tari approvate

consiglio brolo
Brolo –
Diretta streaming “fatta in casa” per il Consiglio Comunale di Brolo, che, per la prima volta su un canale diretto dal comune stesso  sul social YouTube, ha trasmesso in tempo reale l’intera seduta del civico consesso, nonostante qualche intoppo tecnologico. Il vicesindaco Gaetano Scaffidi ha affermato come questa scelta possa rappresentare un metodo per 
archiviare i documenti video, che rimarranno di proprietà dell’ente.

Il dibattito brolese è stato animato: a intervenire su diversi punti, durante la seduta, il vicesindaco Gaetano Scaffidi, che come assessore al bilancio era direttamente coinvolto nel dibattito in aula. Chiamato in causa anche l’assessore alla pubblica istruzione, Carmelo Princiotta, interrogato sui costi della mensa e del trasporto alunni, mentre anche il sindaco, Irene Ricciardello, ha puntualizzato alcuni aspetti sulla questione  mensa scolastica. Opposizione pungolante, decisa e combattiva. 

Intanto da ieri è ufficiale, Brolo, ha un nuovo segretario comunale, è la dottoressa Carmela Stancampiano.
Il consiglio ha approvato il Servizio Associato di Segreteria tra i Comuni di Brolo, Sinagra e Ficarra, votandone lo schema di convenzione.
Poi è stato votato il Piano Finanziario Tari con la consequenziale approvazione delle tariffe 2014.
L’imposizione di tasse non è mai una cosa piacevole – dice Gaetano Scaffidi – ma queste sono dovute per i servizi che la cittadinanza riceverà.  Questo è l’impegno che l’amministrazione stipulano con i suoi cittadini. Servizi dignitosi, rispettosi, distribuiti su tutto il territorio, equi, certi, efficienti, tempestivi“.

Sul servizio della refezione scolastica e sui chiarimenti richiesti dalla Minoranza Consiliare e relativi alla delibera di giunta aventi ad oggetto assegnazione risorse anno scolastico 2014/2015  l’Amministrazione ha ribadito quanto detto in precedenza, ovvero che si tratta di una scelta politica affidare a ditte esterne il servizio mensa. 
Questo –  ha detto il sindaco –  non vuol dire non vigilare . Lo faranno gli uffici e lo potranno fare i genitori – in merito alla qualità del cibo e di come verrà preparato. Ma è una strada che dà la certezza dei costi, senza giri o fatture strane come in passato”.
E tornando sui costi, l’ assessore Princiotta ha affermato che sarà un gestione oculata e certamente meno esosa di quanto visto in un recente passato.
Sul trasporto alunni e studenti urbano ed extraurbano – spiega il sindaco – oggi non possiamo strutturare interventi a sostegno delle famiglie, o anticiparne i costi. Non ci sono disponibilità di cassa.  Sarebbe creare ulteriori “buchi” nelle casse comunali. Ci sono innegabili problemi di assestamento – come ogni avvio di anno scolastico ed anche, prima le entrare e le uscite diversificate – poi l’orario unico che la scuole effettua-per sue logiche incontrastabili,  in attesa di applicare il tempo pieno e i rientri pomeridiani, crea disagi all’utenza – studenti, scolari e famiglie – con il paventato sovraffollamento. Ma gli autisti del comune fanno doppie e triple corse per ovviare a ciò, far viaggiare sicuri i ragazzi, assicurare il massimo del servizio.
Il Comune, come è stato detto in aula,  sta studiando l’opportunità di qualificare del personale dotandolo di patente apposita per il trasporto di studenti. 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close