carabinieri_auto

Omicidio nella notte, indiziato un albanese

carabinieri_auto

Barcellona P. G. – Nelle prime ore di oggi, alle 4 circa, sono giunte sull’utenza 112 alcune telefonate con le quali delle persone avvisavano che si udivano delle urla di una donna in via Case Nuove a Barcellona Pozzo di Gotto.  I Carabinieri, intervenuti con immediatezza sul luogo, hanno lì rinvenuto il cadavere di Alì Machkour, nato in Marocco il 2 marzo 1978, residente a Barcellona Pozzo di Gotto, già noto alle Forze dell’Ordine.

Dai primi accertamenti, anche sulla base delle indicazioni fornite dai testimoni e dalle immagini di alcune telecamere presenti nella zona, a cagionare la morte dell’uomo, attinto più volte con un corpo contundente (verosimilmente un bastone) alla nuca, sarebbe stato Arben Doga, nato a Tirana (Albania) il 27 gennaio 1961, residente a Barcellona Pozzo di Gotto. L’uomo, inizialmente risultato irreperibile, è stato quindi attivamente ricercato dai Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto.

Nel pomeriggio Doga, sentendosi braccato, ha così deciso di recarsi spontaneamente presso la sede dei Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto, dove alle ore 19:30 circa è stato sottoposto al fermo di indiziato del delitto di omicidio del citato cittadino marocchino, provvedimento disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, dottor Mirko Piloni.

Il movente è da ricercarsi in pregressi forti dissidi fra i due soggetti.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close