CarmeloPrinciotta

Atto deliberativo per la mensa scolastica

CarmeloPrinciotta

Brolo – Un atto deliberativo che assicurerà i fondi per la gestione della mensa scolatisca “privatistica” a Brolo. I pasti sanno cucinati direttamente nei locali della scuola, a cura dell’azienda che ne otterrà l’aggiudicazione tramite un bando pubblico. I menù settimanali saranno approvati dall’Asl e per i bambini solo “prodotti nazionali di alta qualità”.

Questo, in sintesi, il contenuto dell’atto deliberativo proposto dall’assessore del comune brolese Carmelo Princiotta, che affida al servizio della pubblica istruzione la somma di 200.000,00 euro per assicurare il servizio.

«Ci vorranno i tempi tecnici di pubblicazione del bando e della gara, poi il servizio partirà regolarmente –  dichiara soddisfatto l’assessore –. La ditta che si assicurerà il servizio di gestione della mensa dovrà, tra le varie cose, assicurare determinati requisiti di qualità sull’acquisto delle derrate alimentare che utilizzerà, saranno specifici prodotti di marca a livello nazionale. Avrà inoltre l’obbligo di cucinare nella mensa del comune, attenendosi ai menù approvati dall’Asl. Abbiamo pensato anche agli aspetti della multietnicità nel farli elaborare ed a eventuali specifiche patologie. Saremo in grado di assicurare un servizio di elevato standard qualitativo e di efficienza. I dipendenti utilizzati per il servizio saranno forniti dalla stessa ditta e quelli del comune che una volta lavoravano alla mensa, tra il servizio di economato e dei servizi connessi, saranno utilizzati in altri servizi. Non ci sarà più personale preso dall’esterno e pagato con prestazione d’opera e sarà compito della ditta che si aggiudicherà l’incarico pagare l’hccp. Non ci sarà più sperpero di prodotti né ci saranno fatture dalla difficile interpretazione – conclude Carmelo Princiotta –, in modo da evitare un servizio dai costi di gestione incontrollabili. Sarà una gestione trasparente e nella massima legalità».

Sulla questione mensa interviene anche il sindaco di Brolo, Irene Ricciardello: «Daremo un servizio a misura di bambini, di famiglie, che risponde alle reali esigenze di chi lo utilizzerà e lo dico come madre prima che come sindaco. Da consiglieri comunali d’opposizione avevamo acceso più volte, con le nostre segnalazioni, le nostre interrogazioni, le attenzioni su quello che accadeva in quel settore. Non ci convinceva nulla. Ora abbiamo visto anche le carte, i conti, le procedure, e ci siamo ancora più convinti che avevamo ragione. Errori che non faremo. Il menù sarà preparato in base a quanto diranno gli specialisti nutrizionisti della Asl. Nessuna sperimentazione su gusti o sapori, su prodotti o altro. Ai nostri figli daremo la qualità, al servizio l’efficienza. Anche questo vuol dimostrare l’impegno di quest’amministrazione verso la scuola e le famiglie».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close