Ecobad1

Ecocompattatori da record

Ecobad1

Capo d’Orlando – Estate da record per quanto riguarda il riciclo della plastica. Grazie agli ecocompattatori urbani, posizionati dall’azienda “Ecobad” nei comuni di Capo d’Orlando e Rocca di Capri Leone a partire dal mese di giugno, è stato possibile raccogliere più di 300mila tra bottiglie e flaconi, destinati poi al riciclaggio.

Se infatti, nel mese in cui l’iniziativa è partita, il dato si assestava su circa 63mila bottiglie, nei due mesi successivi di luglio ed agosto il dato si è addirittura quadruplicato, raggiungendo oltre le 250mila unità. Un dato certamente importante e che potrebbe addirittura cambiare il futuro dei due comuni, per quando riguarda i rifiuti riciclabili. Abbiamo chiesto un parere a Vincenzo Brignone, uno dei fondatori di Ecobad.

Raddoppiare i conferimenti in un solo mese è un risultato dovuto solo all’aumento delle presenze estive o ci sono anche altri fattori?

Sicuramente il periodo estivo ha influito sulla raccolta, ma per la nostra società è stato importante anche aumentare il numero dei compattatori. Quando abbiamo cominciato con la raccolta avevamo solo 5 compattatori, mentre ora sono 7 solamente a Capo d’Orlando (ultimo quello di Contrada Muscale) e 2 a Rocca di Capri Leone con un terzo in arrivo a breve. Inoltre le persone si sono dimostrate sempre più sensibili riguardo il problema della spazzatura e dei suoi costi, informandosi personalmente con noi.

Oltre ai compattatori offrite un servizio anche ai commercianti?

Abbiamo oltre 25 attività commerciali convenzionate che conferiscono qui i rifiuti ed alle quali rilasciamo i formulari che attestano la destinazione a riciclo dei loro rifiuti e gli permettono di richiedere uno sconto in bolletta fino al 30%. Queste attività, oltre alla plastica, ci consegnano anche cartone, alluminio e plastica da imballo.

Ecobad 2

Come fate ad offrire un servizio, che siamo da sempre abituati a pagare, a titolo gratuito?

Separando i rifiuti e destinandoli al riciclo. La maggior parte dei rifiuti è assolutamente riciclabile, quindi ha un valore, e se separata correttamente può essere ritrasformata. Ovviamente non tutti i rifiuti sono riciclabili e non tutte le persone ci garantiscono il corretto smaltimento dei rifiuti, quindi è impossibile non mantenere un servizio a pagamento.

Come vedi il futuro di Ecobad?

A breve termine speriamo di incrementare il numero dei compattatori a Capo d’Orlando e Rocca di Capri Leone e, cosa ancora più importante, di realizzare delle card magnetiche che permetteranno ai comuni di verificare gli utenti che effettivamente riciclano, dando cosi la possibilità a questi ultimi di avere un risparmio sulla bolletta. Inoltre il miglioramento del servizio potrebbe sostituire il passaggio dei camion che raccolgono la plastica porta a porta, comportando un risparmio di circa 900mila euro annui per i cittadini.

E a lungo termine?

Il sogno resta quello di realizzare un paese ad impatto zero. Praticamente il 95% dei rifiuti è ormai riciclabile e collaborando con i comuni e con l’attuale servizio di smaltimento dei rifiuti potremmo nei prossimi anni azzerare i conferimenti in discarica, azzerare le bollette della spazzatura e addirittura rimborsare i comuni per i rifiuti che producono. Per ogni altra informazione sulla nostra attività consiglio di rivolgersi al sito internet http://www.ecobad.it/.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close