Tiger Roc

Pari Due Torri e Orlandina, la Tiger cede al Roccella

Tiger Roc

Piraino – Due pareggi e una sconfitta il bilancio del primo turno di campionato di Serie D Girone I per le compagini messinesi. L’Orlandina e il Torrecuso non si fanno del male, ottimo 1-1 esterno per il Due Torri con la Nuova Gioiese mentre cede in casa al Roccella per 1-2 la Tiger Brolo.

Partiamo proprio dai gialloneri. Buona cornice di pubblico al “Vasi” di Piraino per l’esordio in Serie D della Tiger Brolo contro il Roccella. La compagine di mister Santino Bellinvia affronta la prima giornata con un 4-3-3 che vede in avanti Frittitta, Isgrò e Di Senso. Calabrese non al meglio finisce in panchina, così come De Cristofaro, out Koaudio e D’Arrigo. Risponde il Roccella di mister Galati con un 3-5-2 molto dinamico che sfrutta le giocate di Maiese e Carbone per fare male. Arbitra l’incontro il signor Capelli della sezione di Bergamo con la collaborazione dei signori Rotolo e Vitale, entrambi di Palermo.

Dopo le schermaglie iniziali, al 10’ la partita dei padroni di casa si fa subito in salita per l’infortunio di Ferrante, rilevato da Fantino. Al 18’ primo pericolo del match, con Calabrese che di testa da pochi passi mette altissimo sugli sviluppi di un corner. Il Roccella è comunque molto incisivo su palla inattiva e al 23’ passa. Angolo di Laaribi, mischia furibonda in area e tocco vincente di Coluccio che porta avanti i suoi, 0-1. La Tiger reagisce e al 27’ Frittitta non trova la deviazione sotto misura per impattare il risultato. Al 32’ è Di Senso ad impensierire Belcastro con una punizione ben respinta dall’estremo difensore ospite. La bandierina è croce per i gialloneri in questa giornata. Al 34’, infatti, il Roccella raddoppia dopo un nuovo corner. Maiese mette in mezzo, Coluccio solissimo ha il tempo di prendere la mira e beffare Mangini per il doppio vantaggio calabro. I “tigrotti” non ci stanno e al 45’, con una magistrale punizione dal limite, Di Senso riapre i giochi superando sul suo palo Belcastro e realizzando il primo, storico gol in Serie D per la Tiger Brolo. Il primo tempo si chiude quindi sull’1-2.

La ripresa regala in avvio meno emozioni. Bisogna attendere uno scivolone di Librizzi, al 61’, per vedere una conclusione verso una delle due porte, con Femia che incredibilmente mette sul fondo a tu per tu con Mangini. I brolesi spingono, cercano di pungere anche con la forza di volontà e al 66’ ci vuole un super Belcastro per dire di no alla bordata dal limite da parte di Isgrò. Al 70’ Carbone va via sulla destra e serve in mezzo l’accorrente Laaribi che schiaccia troppo il colpo di testa, mettendo alto sulla traversa di Mangini. Lo stesso Mangini deve impegnarsi poco dopo per dire di no alla conclusione da fuori di Nosa. Nell’ultimo quarto d’ora, i padroni di casa si buttano in avanti alla disperata ricerca del pari, ma il muro eretto dal Roccella regge fino alla fine. Finisce dunque 1-2 per il Roccella, che sbanca il “Vasi” e porta a casa i primi tre punti del suo torneo a discapito della Tiger Brolo.

A Gioia Tauro, intanto, il Due Torri di mister Venuto strappa un ottimo pari contro i padroni di casa della Nuova Gioiese. Durante il match, sono i viola ad andare vicini al gol per primi. Al 28′, infatti, Zampaglione avrebbe l’occasione di portare avanti i suoi dopo un calcio di rigore concesso per dubbio contatto tra Gaglio e G. Crucitti. Dal dischetto, però, l’attaccante calabrese colpisce il palo graziando Ingrassia. Ancora Zampaglione, al 40′, centra in pieno il palo in acrobazia, con il Due Torri che comunque tiene bene il campo. Al 55′ i biancorossi passano addirittura in vantaggio con un penalty trasformato da Puntoriere. La gioia dei pirainesi dura poco perché, 5′ più tardi, Zampaglione centra finalmente il bersaglio grosso realizzando il punto dell’1-1. Nel finale, Dalì potrebbe regalare ai suoi il gol del successo, ma il suo tiro da buona posizione finisce solo sull’esterno della rete. 1-1 tra Nuova Gioiese e Due Torri, il club di Piraino può ritenersi soddisfatto del punto incamerato e della prestazione.

Un punto in cascina anche per l’Orlandina del presidente Romagnoli, che al “Ciccino Micale” costringe ad un pari a reti bianche il Torrecuso. I paladini partono fortissimo e sfiorano immediatamente il gol con Quotschalla, che colpisce il palo esterno. I campani rispondono con Zerillo, ben fermato da Pandolfo. In avvio di ripresa,  l’estremo difensore ospite Minichiello nega il gol a Raveduto e Mincica prima che, al 57′, i biancoazzurri restino in dieci per l’espulsione di Guerriero. Il Torrecuso, in superiorità numerica, prova ad accelerare ma solo Varriale impegna Pandolfo. Nel finale, espulso Vitiello per gli ospiti. Allontanato durante la gara anche mister Pasul’ko per proteste. Finisce quindi 0-0 a Capo d’Orlando ma l’Orlandina ha dato segni di risveglio importanti dopo il brutto derby di coppa giocato contro il Due Torri.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close