carlos vinci

Dati turistici, parla Carlos Vinci

carlos vinci
Capo d’Orlando
– Sulla recente dichiarazione del Sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni, relativa al rilevamento dei dati turistici anche tramite il quantitativo di spazzatura prodotta nel mese di agosto (clicca qui per leggere l’articolo), interviene Carlos Vinci, noto operatore turistico orlandino da tempo promotore anche di diverse iniziative per cercare di risollevare il settore.

Di seguito le sue dichiarazioni:

“Regole nuove sugli affitti di case, ville e appartamenti privati. Per anni “Mare d’amare” ha voluto queste regole ma l’amministrazione Sindoni ha sempre boicottato, annunciando oggi dati turistici rilevati in modo stravagante, ma certamente non rilevate dalle strutture alberghiere e tanto meno dalle case private, poiché nulla ha fatto affinché ciò potesse essere possibile (Marchio di qualità). Ci sta pensando il Commissariato di Polizia di Capo d’Orlando che convoca giornalmente decine di proprietari privati per mettere finalmente regole serie in una giungla di case in affitto che non hanno dato al nostro paese un dato certo sulle presenze totali. La registrazione delle presenze oggi alla Polizia è un obbligo, come è sempre stato un obbligo per i proprietari dotare la propria struttura di quei servizi che rendano decoroso l’immobile ad essere affittato e non “catapecchie” sporche a prezzi incredibili. Una casa deve essere dotata: Aria condizionata, lavatrice, lavastoviglie, tutti gli accessori da cucina, bagno e altro. Wifi free, Polizza assicurativa sulla responsabilita’ civile verso gli ospiti ( almeno con un massimale di 6 milioni di euro), il costo della polizza si aggira sui 150 euro l’anno. Impianto elettrico a norma, estintore ed altre informazioni che la nostra associazione potrà darvi. Resta escluso per le strutture private la fornitura di servizi come la biancheria, la pulizia e il riassetto giornaliero e la somministrazione di cibi. Questo dovrebbe fare una amministrazione attenta prima di fare come al solito ” Show & Spettacoli” comunicativi.

Mare d’amare, continua Carlos Vinci, e testimone è la responsabile dell’Ufficio Turistico Regionale, si è fatta autorizzare dalla Provincia a dare le presenze che lo stesso ufficio turistico trascriveva, in una colonna a parte fatta realizzare dal sottoscritto. Alcuni anni fa con la trasmissione online il software preparato dalla Regione non consentiva più di rilevare questi dati, per cui siamo stati proprio costretti a non comunicarli”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close