brolo_veduta_castello_N

Insediati i commissari. Sarà dissesto?

brolo_veduta_castello_N
Brolo –
 Si sono insediati oggi i due funzionari degli Enti Locali  incaricati di effettuare un accertamento ispettivo presso il comune di Brolo al fine di verificare se sussistono o meno i presupposti per la dichiarazione del dissesto finanziario.

Carmelo Messina e Angelo Sajeva  si sono incontrati con il sindaco, Irene Ricciardello, con l’assessore al bilancio, nonché vicesindaco, Gaetano Scaffidi ma anche con i responsabili delle varie aree del comune.

Gli ispettori hanno già invitato gli uffici a fornire prospetti dei dati analitici sulle entrate e sulle uscite dell’ente l’’analisi dei trend d’utilizzo dell’anticipazione di tesoreria  nel periodo 2010\2013 con indicazioni dei giorni di utilizzo della somma rimasta eventualmente inestinta a fine di ogni esercizio finanziario con l’indicazione degli interessi passivi pagati.

Copie delle conformi di verifica dei patti di stabilità dei parametri obiettivi ai fini dell’accertamento delle condizioni di ente strutturalmente deficitario e l’elenco dei debiti fuori bilancio da riconoscere.

I commissari hanno chiesto di acquisire ogni atto relativo alla problematica dei debiti assegnando il termine di quindici giorni per avere tutta la documentazione .

Gli ispettori si sono insediati in forza del decreto n.157 dell’assessorato regionale del enti locali a firma del dirigente generale Giuseppe Morale dello scorso 30 luglio.

Quest’atto  – la nomina degli ispettori – scaturisce dalla richiesta fatta dalla stessa Ricciardello,  lo scorso 8 luglio 2014, quando ha perorato l’intervento dei tecnici per dipanare la matassa amministrativa-finanziaria determinatasi sui pareri diametralmente opposti sull’ipotesi di dissesto tra il ragioniere dell’ente ed il revisore dei conti.

“Una richiesta responsabile, dice il sindaco, non per mancanza di coraggio, né strumentale, in quanto il dissesto non si dichiara autonomamente, si riconosce, in quanto se c’è è un atto incontrovertibile e bisogna solo prenderne atto”.

La cronaca amministrativa di Messina, è ormai un dato di fatto.[ Qui gli indagati sono 73 amministratori rei di non aver riconosciuto il dissesto]

E continuando, il sindaco ha evidenziato “Abbiano agito, con serenità, responsabilità e certamente con maturità,  per avere un dato tecnico sulla reale situazione economica del comune, certificata e riconosciuta da un ente terzo, super partes e quindi inconfutabile. Perché solo questo può essere il punto di partenza per una Brolo che deve riprendersi chiudendo i conti con il passato”.

Il lavoro dei due ispettori, ha sottolineato Gaetano Saffidi, si aggiunge a quello del dottor Nicolò Lauricella, altro commissario insediatosi, nel silenzio dei più, durante la gestione commissariale, il  6 febbraio 2014. Lauricella,   dopo l’incontro del 17 luglio con l’amministrazione  ha di fatto sospeso, in attesa di sue determinazione, a seguito delle necessarie e opportune verifiche,  i termini per portare in consiglio comunale il bilancio 2013.

Domani mattina, nel corso della conferenza stampa, il sindaco sicuramente darà ulteriori dettagli.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close