Stephen Dale Petit

Al via questa sera il “Capo d’Orlando Blues Festival”

LOCANDINA XXI CAPO D'ORLANDO BLUES_02

Partirà questa sera la XXI edizione del “Capo d’Orlando Blues Festival”, che ormai da 21 anni porta la musica Blues nell’estate orlandina.
Come ogni anno il “Capo d’Orlando Blues”, organizzato dall’Associazione culturale Cross Road Club con il patrocinio del Comune di Capo d’Orlando, si svilupperà in quattro giorni, dal 31 luglio al 3 agosto. I primi due giorni si svolgeranno in Piazza Matteotti, mentre il 2 e 3 agosto la manifestazione si sposterà nella storica location di Villa Piccolo.
La due giorni dell’isola pedonale di Piazza Matteotti quest’anno presenta la novità del  “Blues & Beer Village”: un vero e proprio villaggio del blues che consentirà di visitare i numerosi stand espositivi riguardanti i libri, le magliette del Festival, le particolarissime cygar box guitar, i gioielli del riuso, i prodotti dell’artigianato, le percussioni e le danze degli artisti dell’associazione Italia-Togo Assileassime. Sarà inoltre possibile fare un viaggio tra le birre artigianali dei Nebrodi, con i giovani produttori che proporranno le degustazioni dei loro prodotti, frutto di tanta passione e competenza, già apprezzati e premiati da esperti del settore.

Questa sera il Festival Blues prenderà il via alle ore 21 con l’orlandino doc Marco Corrao, a seguire si esibiranno Alessandra Salerno ed Umberto Porcaro, tra i migliori bluesmen made in sud. Domani sera, venerdì 1 agosto, sarà la volta di Acoustic Soul e Carl Wilson e Fabrizio Canale.

Il “Capo d’Orlando Blues Festival” si trasferirà, nelle giornate di sabato 2 e domenica 3 agosto, nel Parco della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella. Alle ore 17 di sabato la rassegna a Villa Piccolo prenderà il via con un convegno sulle birre artigianali dei Nebrodi al quale parteciperanno i mastri birrai e gli esperti dell’Ente di Sviluppo Agricolo della Regione Siciliana.
Nel suggestivo scenario di Villa Piccolo protagonisti saranno gli ospiti internazionali, tra i quali spiccano due prestigiosi esponenti quali Phil Cody e Stephel Dale Petit.
Sabato 2, infatti, la serata proseguirà con Virginia Brown and The Shameless e con l’eslclusivo ritorno in Italia, dopo 10 anni, del songwriter americano Phil Cody, che presenterà il suo nuovo album “Cody plays Zevon”, un omaggio al suo maestro e mentore Warren Zevon, ma non mancheranno i brani più belli e importanti del suo repertorio. Stephen Dale Petit

Sempre a Villa Piccolo, domenica 3 agosto il “Capo d’Orlando Blues” si chiuderà con Marcello Milanese e con un’altra prestigiosa figura, il chitarrista californiano, trapiantato a Londra, Stephen Dale Petit. Artista di grande esperienza che ha sviluppato un personale linguaggio blues che trae ispirazione dalle origini, ma è influenzato dalle sonorità più moderne.
Ancora una volta, dunque, ci sono tutte le condizioni per far sì che il binomio enogastronomia e musica di qualità decreti il successo di una manifestazione, il “Capo d’Orlando Blues Festival, che da 21 edizioni si ripropone al proprio pubblico ogni volta con nuovi spunti e nuovi interessi.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close