Di Senso

Romagnoli-Marasco, guerra legale. Colpacci Tiger e Milazzo, si muove il Due Torri

Di Senso

Capo d’Orlando – Estate frenetica per il calcio nostrano, non solo per il calciomercato che vede Tiger Brolo e Milazzo mettere a segno due grandi colpi ma anche per il polverone alzato dall’ex attaccante dell’Orlandina Gennaro Marasco. Inizia intanto a formarsi il nuovo Due Torri targato Venuto.

Partiamo da Capo d’Orlando perché, dopo le pesanti accuse di ieri da parte di Marasco, il presidente paladino Massimo Romagnoli ha deciso di prendere provvedimenti nei confronti del suo vecchio pupillo. Contattato ai nostri microfoni, il patron biancoazzurro ha espresso la volontà di non commentare le parole del calciatore partenopeo, ritenendo tali dichiarazioni da non prendere nemmeno in considerazione. Per questo motivo, Massimo Romagnoli ha scelto con i suoi legali di denunciare per diffamazione lo stesso Gennaro Marasco: l’iter è già stato avviato. Tornando al mercato, il club di via Trieste ha praticamente concluso l’ingaggio del forte difensore italo-tedesco Baldo Di Gregorio, continuando così la sua campagna di rafforzamento esterofila in vista del prossimo torneo di Serie D.

Movimenti di mercato importanti anche per le altre due compagini impegnate nel prossimo campionato di quarta serie. La Tiger Brolo ha infatti definito l’ingaggio del talentuoso trequartista Sebastian Di Senso (foto), scuola Foggia e veterano della Serie D. Classe 1984, mancino, specialista dei calci piazzati e dotato di grande visione di gioco, Di Senso può ricoprire anche il ruolo di attaccante esterno ed è l’ennesimo grande colpo da parte del ds giallonero Antonio Magistro. Inizia a prendere forma anche il Due Torri di mister Antonio Venuto, che nel pomeriggio di ieri ha ufficializzato le importanti conferme di Butera, Saggio, Scolaro, Gaglio, Traviglia, Duro e Scaffidi Argentina. Inoltre, il club pirainese ha ingaggiato Girolamo Provenzano, classe 1989, centrocampista centrale di regia che vanta diverse presenze fra i professionisti con le maglie di Udinese, Messina, Matera e Trapani e che ha giocato in serie D con Palazzolo, Acireale e lo scorso anno nell’Alma Juventus Fano prima di approdare a gennaio al Licata. Infine, torna in biancorosso il forte ed esperto centrocampista classe 1983 Alessandro Crescibene, già al Due Torri all’inizio della scorsa stagione.

Chiudiamo con il Milazzo, che ha riconfermato i difensori Parisi, Dall’Oglio, Salmeri e Perantoni, i centrocampisti Maisano, Rizzo, Vitale e Alosi e gli attaccanti Impalà e Mangano. In arrivo anche l’esterno Laquidara dal Taormina, il vero botto di mercato dei mamertini si chiama però Rino Frisenda, attaccante classe 1979 dall’eccezionale fiuto del gol. L’anno scorso in Serie D all’Orlandina e con un passato da vero fuoriclasse, Frisenda è già l’arma in più dei milazzesi di mister Lorenzo Alacqua. Eccellenza o Promozione che sia, un bomber del genere fa sempre la differenza.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close