quotschalla800-1327061904

Orlandina internazionale, Maurizio Casilli saluta

quotschalla800-1327061904

Capo d’Orlando – È un’Orlandina Calcio internazionale quella che si appresta ad affrontare il prossimo campionato di Serie D. Tra arrivi da ogni parte del globo, però, c’è anche chi saluta. Maurizio Casilli, ex consigliere personale di Romagnoli, ha infatti deciso di abbandonare il ruolo affidatogli dal patron paladino per affrontare una nuova esperienza lavorativa.

Ma andiamo con ordine. Fino a qualche settimana fa a Capo d’Orlando sembrava ci fosse la voglia di lavorare ad un progetto coinvolgente i talenti del comprensorio. Con la globalizzazione il concetto si è certamente ampliato ma in casa Orlandina Calcio forse si sta un po’ esagerando. Dopo l’arrivo in panchina dell’allenatore ucraino Viktor Pasul’ko, affiancato dal catanese Santo Mazzullo, il club di via Trieste ha messo a segno svariati colpi di mercato. I calciatori scelti dal presidente Romagnoli e dal suo staff non corrispondono però al profilo locale richiesto in passato dai biancoazzurri. Dopo lo zambiano Sinkala e il polacco Babienczko, trattative in dirittura d’arrivo con i due atleti, sono stati infatti praticamente ingaggiati il trequartista tedesco di origini algerine Abdelkader Maouel, classe 1988, ex Sf Siegen, e il centrocampista giapponese Nozomu Nonaka, classe 1993, ex Bergish Gladback. A seguire, ecco Marco Quotschalla (foto) attaccante tedesco classe 1988, cresciuto calcisticamente nelle giovanili di Bayer 04 Leverkusen, FC Koln e Alemannia Aachen. Nel 2010 allo Schalke 04 II e nel 2013, dopo una breve esperienza con il Wuppertaler SV, al SV Eintracht Trier dove ha realizzato 8 reti, Quotschalla è adesso a disposizione di Pasu’lko e Mazzullo, pronto all’esordio italico. Insieme a loro, sono arrivati gli italiani Guarnera e Lo Nardo, mentre sul fronte delle riconferme, dopo l’accordo praticamente raggiunto con Salvatore Mincica, si lavora con alterne fortune per far tornare alla base Maresca, Galipò, Privitera e De Cristofaro.

C’è chi arriva ma c’è anche chi parte in casa Orlandina. Maurizio Casilli, consigliere personale di Massimo Romagnoli, ha deciso di lasciare a malincuore l’Orlandina per sopraggiunti impegni di lavoro. «Mi dispiace lasciare questo progetto – spiega Maurizio Casilli – ma dal prossimo 20 agosto sarò ufficialmente un collaboratore dell’Inter e questo ovviamente mi impedirà di seguire l’Orlandina, in veste da consigliere o in qualsiasi altro ruolo. Ringrazio il presidente Romagnoli per la fiducia dimostratami, Massimo resta un grande amico ma non posso trattenermi oltre a Capo d’Orlando. Auguro all’Orlandina le migliori fortune e spero proprio che la squadra possa fare un grande campionato, magari di alta classifica. Pensieri su mercato e staff tecnico? Avrei puntato più su giocatori locali e la mia prima scelta come allenatore era mister Pippo Perdicucci, tecnico che stimo moltissimo. Se il presidente e i suoi collaboratori hanno optato per questa soluzione, però, avranno certamente valutato i pro e i contro del caso, quindi va benissimo così. Pasul’ko è stato un calciatore incredibile, vice-campione d’Europa e ha un’esperienza illimitata a livello internazionale. Non stiamo parlando di un allenatore qualsiasi ma di un tecnico dal pedigree invidiabile. Si adatterà in fretta al nostro calcio, sono certo farà cose egregie anche in Italia».

Sabato 19 luglio, intanto, in conferenza stampa dovrebbero essere presentati il nuovo direttore generale biancoazzurro Paolo Arcivieri e il nuovo direttore sportivo paladino Nello Spampinato. In attesa dei nuovi botti di mercato “globalizzati” di questa Orlandina internazionale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close