ConoCondipodero

“A proposito di vecchio…e di risposte concrete”.

ConoCondipodero

Brolo – Ancora polemiche a Brolo tra la maggioranza e il consigliere di minoranza Cono Condipodero, che tramite comunicato stampa ha deciso di rispondere alle presunte accuse pretestuose lanciate nei suoi confronti dal Primo Cittadino brolese Irene Ricciardello e dal Vice-Sindaco Gaetano Scaffidi.

Di seguito il comunicato diramato dal consigliere Condipodero.

“A proposito di vecchio…e di risposte concrete.

Gent.mo Sig. Sindaco, Egregio Sig. Vicesindaco,

in questi giorni ho sentito da parte Vostra tirare in ballo ripetutamente il mio nome quale consigliere comunale della passata amministrazione.

Tuttavia il sottoscritto, nel breve periodo in cui ha ricoperto la carica di consigliere – poco più di un anno – ha svolto il ruolo per il quale i cittadini lo avevano eletto, con onestà, competenza, trasparenza e nel solo esclusivo interesse del paese.

Le vostre argomentazioni sulla mia partecipazione nell’ex maggioranza sono meramente pretestuose.

Infatti, tirate fuori  l’argomento in maniera strumentale, tutte le volte in cui vi trovate a corto di argomentazioni valide e plausibili e non riuscite a rispondere con fatti concreti alle osservazioni che provengono dalla minoranza.

Ciò è già successo con riferimento alla questione relativa alla richiesta di anticipazione somme ai sensi del decreto 35; si è ripetuta in occasione della problematica della trasparenza sollevata dalla minoranza nell’ultimo consiglio e, viene ribadita anche oggi nel momento in cui abbiamo evidenziato il tema inerente l’aumento del canone idrico, vostro cavallo di battaglia in sede di campagna elettorale, allorquando abbiamo messo in risalto come il tanto sbandierato annullamento della delibera con la quale è stato introdotto l’aumento della quota fissa del canone idrico non sia in realtà avvenuto, come dimostra, invero, l’affissione di  un avviso pubblico in cui se ne richiede l’immediato pagamento.

Inoltre, in merito alla proposta, apparsa nel Vostro ultimo comunicato, dove manifestate l’intenzione ed assumere l’impegno di ridurre di 2/3 il canone idrico con riferimento ai consumi eccedenti i 150 mc, appare doveroso segnalare alla cittadinanza come le famiglie che superano la quota sopra indicata siano un numero assai limitato. Pertanto, anche in questo caso, tentate di far credere alle persone di voler abbassare le tasse, ben sapendo che nella realtà una tale diminuzione  – sempre che la vostra promessa dovesse un giorno trovare concreta attuazione – sarebbe più di facciata che di sostanza e suona tanto come un Vostro ennesimo spot elettorale.

Peccato che la campagna elettorale si è già da tempo conclusa e su Voi amministratori in questa fase ricade il compito di ricercare ed offrire concrete soluzioni ai problemi che affliggono la cittadinanza intera e non, certamente, quello di continuare ad illuderla con proclami che nella sostanza – anche se attuati – non apporterebbero per la gran parte dei cittadini alcun vantaggio.

Infine, sia concesso far rilevare l’evidente contraddizione in cui  incorrete nel momento in cui apostrofate il sottoscritto come il vecchio o come rappresentante della continuità nello scenario politico locale, giacchè volutamente omettete di ricordare che il ruolo di consigliere comunale da me ricoperto ha avuto la durata di poco più di un solo anno, così come per altri consiglieri che oggi siedono tra i banchi della maggioranza. La stessa cosa, semmai, non può dirsi per tutti i componenti della Giunta.

Distinti saluti

Cono Condipodero”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close