consiglio mirto

Un Consiglio vibrante e ricco di spunti

consiglio mirto
Mirto
– Nel corso della vivace Seduta Consiliare, svoltasi nella serata di ieri a Mirto, sono stati adottati dal Consiglio il Piano triennale delle Opere Pubbliche e il Piano di miglioramento dei Servizi di Polizia Municipale, mentre non è stato approvato il Conto Consuntivo per l’Esercizio Finanziario 2013.

Partiamo da quest’ultimo punto all’ordine del giorno, il quale certamente era uno dei più importanti da discutere. Prima della votazione l’Assessore al Bilancio Calà ha illustrato gli interventi presenti nel Rendiconto, tra cui un Finanziamento ottenuto dal GAL, il Finanziamento per la messa in sicurezza della Chiesa delle Suore, i lavori di consolidamento del centro abitato e il contributo per il Centro Ludico Estivo “Gli amici di Nicole”. Anche il Revisore dei Conti ha fornito il proprio parere sulla proposta di delibera e ha suggerito di tenere conto dei possibili Debiti Fuori Bilancio e degli avanzi di Amministrazione e di monitorare con attenzione le entrate e le spese, per poter raggiungere a fine anno un equilibrio di Bilancio. In seguito i Consiglieri si sono espressi e l’approvazione del Conto Consuntivo non è avvenuta; infatti si sono verificati 5 voti favorevoli e 5 astenuti sui 10 presenti.

Il Piano triennale delle Opere Pubbliche per il triennio 2014/2016 e l’Elenco annuale dei lavori per l’anno 2014, già presentati dalla Giunta Municipale con la Delibera n. 56 del 2014, sono stati adottati con 9 voti favorevoli e 1 astenuto. E’ stato anche approvato il Piano di miglioramento dell’efficienza dei Servizi di Polizia Municipale per il triennio 2014/2016. Rispetto agli anni precedenti la spesa per il Servizio non grava più sul Bilancio della Regione, ma sui Comuni nel Capitolo riservato alle Autonomie Locali.

Tra gli altri argomenti da discutere sono stati approvati tre Debiti Fuori Bilancio, risalenti agli anni precedenti ed è stato accettato da tutti i Consiglieri all’unanimità il Regolamento Comunale per la concessione del contrassegno di parcheggio per invalidi e per l’istituzione dei parcheggi riservati ad personam. I parametri richiesti per poter usufruire di questo Servizio sono tre: il possesso del tagliando per invalidi, della patente di guida e della macchina intestata al soggetto portatore di handicap.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close