bica-badan

Piraino col Due Torri, Tiger in movimento, Orlandina in alto mare

bica-badan

Capo d’Orlando – Tre squadre in Serie D e tre storie completamente diverse. Due Torri, Tiger Brolo e Orlandina divideranno, si spera, la più importante vetrina calcistica dilettantistica nell’anno sportivo di grazia 2014/2015. Tre compagini del comprensorio, tre messinesi che vivono momenti assolutamente differenti.

A Gliaca di Piraino è partita l’operazione “Salviamo il Due Torri”. Una comunità intera si è stretta intorno al club biancorosso con l’intento di dare una mano alla dirigenza, in modo da vedere i pirainesi iscritti al torneo di Serie D e pronti ai nastri di partenza del prossimo campionato. Sarà un Due Torri profondamente rinnovato, imbottito di giovani, possibilmente locali, che dovranno avere fame e voglia di difendere la gloriosa storia di un club mai retrocesso in oltre 40 anni di vita. Non azionariato popolare, forse, ma qualcosa di molto simile: comitato spontaneo dei tifosi.

A Brolo, intanto, confermati il portiere D’Alessandro, i difensori Perricone, Kouadio e Falanca, i centrocampisti Lupo, D’Arrigo e Zingales e il bomber Calabrese, sono arrivati alla corte di mister Santino Bellinvia l’ex Siracusa Simone Figura, regista classe 1994, e l’eclettico romeno Bică Bădan (foto), jolly classe 1988 ex Milazzo e Due Torri. Il ds Antonio Magistro sta valutando la posizioni degli altri “tigrotti” protagonisti, durante la scorsa stagione, della storica promozione in Serie D e si sta muovendo alla ricerca di rinforzi di spessore in ogni reparto. Pronto, intanto, un piccolo restyling d’immagine, mentre a brevissimo partirà la nuova campagna abbonamenti.

Come sempre, più intricata la questione a Capo d’Orlando. Il futuro dell’Orlandina del presidente Romagnoli potrebbe cambiare a seconda dell’esito di un incontro previsto per domani a Roma tra il patron biancoazzurro e una cordata svizzera. In caso di fumata nera, sarebbe pronto un piano B coinvolgente degli imprenditori del settentrione. Nel frattempo, però, la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico è slittata a giorno 7 luglio e non ci sono certezze. Santo Mazzullo si è dichiarato più volte sicuro del posto ma le indiscrezioni in nostro possesso fanno cadere nel dimenticatoio le parole dell’ex allenatore dell’Isernia. Difficile che la società possa accontentare le legittime richieste del mister della salvezza Angelo Galfano, in corsa restano quindi i “soliti” Venuto e Perdicucci. Contattato anche mister Nardi, che comunque non sembra avere grandi chances. Il presidente Romagnoli ha inoltre fatto sapere di voler ripartire da Privitera, De Cristofaro, Maresca e Frisenda. Molto poco probabile, però, che tutti e quattro decidano di sposare nuovamente la causa paladina.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close