griccioli

L’Orlandina ha presentato il nuovo coach

griccioli
Capo d’Orlando – 
L’Upea ha presentato ieri ufficialmente alla stampa il nuovo coach Giulio Griccioli. Al tavolo della sala stampa “Di Noto” del PalaFantozzi, oltre all’allenatore senese, hanno partecipato anche il presidente Sindoni, il Vice presidente Carmelo Perrone, il direttore generale Francesco Venza e il Direttore Sportivo Giuseppe Sindoni.

«Giulio Griccioli come già sapete sarà il nostro allenatore per la prossima stagione – apre così la conferenza stampa il presidente Sindoni – e da parte mia posso assicurarvi che sarà la migliore nelle nostre possibilità. Rimarrà inalterata come sempre la nostra filosofia: “il meglio deve ancora venire”!

Griccioli è un allenatore che ha sempre fatto molto bene e ha saputo trasmette il suo modo di intendere la pallacanestro alle squadre che ha allenato. La mia stima nei suoi confronti parte da lontano – continua Sindoni – a gennaio al termine della partita vinta in casa contro Casale mi sono complimentai con lui e gli dissi che un giorno avremmo potuto lavorare insieme. Griccioli ha rinunciato ad altre offerte, ha accolto con grande entusiasmo quella che gli abbiamo presentato noi e l’ha fatto, lo voglio sottolineare, indipendentemente dalla categoria in cui militeremo. Giulio, insieme a Peppe (il Ds, ndr), ha già iniziato a lavorare alla prossima stagione per continuare a portare in alto il nome dell’Orlandina. Concludo precisando che gennaio parlai e basta con coach Griccioli, non sono abituato a trattare tesserati sotto contratto con altre società».

Il coach ex Casale, Scafati e Siena, conferma la versione del suo presidente: «Ringrazio il presidente ed il club per la fiducia riposta in me, tengo a precisare che non sono parole di circostanza. Lo scambio di battute avuto dopo a la gara al Palafantozzi mi ha molto colpito e affascinato, mi ha trasmesso ambizione e grande voglia di partecipazione al progetto. Sono contento d’essere qua – continua Griccioli – e sono cosciente che ripagare la fiducia della società non sarà semplice, ma sono il primo che si aspetta da me stesso il massimo impegno e professionalità. La mia speranza è quella di fare l’A1, e come mi ha detto il presidente prima o poi la faremo. Sin da subito sono arrivato qua e mi sono sentito a casa, è una cosa molto importante. Ho voluto che la mia famiglia fosse qui in questo momento e uno dei miei figli mi ha anche detto che qui è meglio di Siena (ride, ndr)..». Coach Griccioli ama la sua città, ma il destino potrebbe fare in modo che sia proprio un senese doc come lui a beneficiare indirettamente delle difficoltà della Mens Sana: «È una cosa che mi mette in difficoltà perché considero Siena e la Mens Sana casa mia. Credo che comunque Capo d’Orlando abbia disputato una stagione tale da meritare sul campo la serie A e se questa arriverà in un altro modo non credo che l’Orlandina abbia rubato qualcosa a qualcuno. Non sono di certo contento dei problemi di Siena, in cuor mio sarò triste e combattuto. In ogni caso qui all’Upea ci stiamo muovendo per farci trovare pronti a qualsiasi evenienza. Comporre il roster contemporaneamente per due serie diverse è complicato, ma Peppe è davvero bravo e nei limiti delle nostre possibilità non ci faremo trovare impreparati. Oggi fa molto caldo – conclude Griccioli – ma spero di sentire lo stesso calore al PalaFantozzi anche il 24 di dicembre. Questa è una piazza di cui traspare la grande passione, è un aspetto molto importante per me, ogni volta che sono stato qui da avversario ho avvertito il grande affetto del pubblico di Capo nei confronti della squadra». Sull’eventuale ripescaggio interviene anche il Ds Sindoni:

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close