peppe sindoni

L’Upea vuole la serie A

peppe sindoni
Capo d’Orlando –
“Una raccomandata che abbiamo fatto tempo fa. Credo che Verona la farà e Montegranaro, ci risulta, l’ha anche fatta in questi giorni. Ma è solamente una raccomandata che fanno tutti come una pura formalità”. E’ il Direttore Sportivo dell’Orlandina Basket Giuseppe Sindoni a chiarire che la disponibilità al possibile ripescaggio da parte dell’Orlandina c’è. In effetti esprimere la propria volontà a partecipare al ripescaggio non costa nulla, puoi sempre ritirarti dopo, perché le note “pesanti” arrivano dopo che questa disponibilità è stata accettata e quindi bisogna espletare, in pochi giorni, tutti quei passaggi burocratici ed economici di non poco conto che possano consentire di fare il salto di categoria grazie proprio a quella prima raccomandata. Ma dalla Lega Gold alla serie A non è lo stesso passaggio che per tutte le altre categorie inferiori.

Si passa, infatti, dal dilettantismo al professionismo, come nella pallavolo. Quindi, bisogna trasformare la società in S.p.A., come prevede lo statuto della serie A, versare la quota d’ingresso di 250.000,00 €, oltre 15.000,00 € di iscrizione e ben 350.000,00 € euro di fidejussione. Non proprio noccioline.

“E’ scontato che se ci fosse la possibilità ci piacerebbe partecipare alla serie A, ci ha dichiarato sempre Giuseppe Sindoni. Lo abbiamo sempre fatto capire. Economicamente è certo uno sforzo importante ma possiamo affrontarlo e faremo la serie A con quello che abbiamo e non ci spaventiamo”.

Parole che lasciano pochi dubbi sulla reale volontà della società paladina di voler crederci sino in fondo alla serie A. La situazione attuale è la seguente. Siena, nonostante i successi nella serie finale scudetto, il 4 luglio prossimo verrà dichiarata fallita e cancellata e con ogni probabilità ripartirà da un campionato dilettantistico. Il posto lasciato libero da Siena spetterebbe a Montegranaro, retrocessa quest’anno ma con già sul groppone una penalizzazione di 3 punti per la prossima stagione. Proprio questa mattina le dichiarazioni della società marchigiana non sembrano lasciare spazio a possibili ripescaggi. “La Sutor Montegranaro ha comunicato che, ad oggi, nessun imprenditore veregrense ha manifestato un minimo o concreto interesse nei confronti della società per la salvaguardia di un patrimonio costruito in sessant’anni di storia, nonostante l’impegno profuso dal sindaco e dai suoi assessori. I termini per l’iscrizione ad un campionato nazionale non professionistico sono imminenti, con la prima scadenza fissata per l’1 luglio 2014, e la partecipazione ad un campionato professionistico (attraverso un ripescaggio) comporterebbe pesanti adempimenti economico-finanziari immediati ai quali gli attuali soci non sono in grado di far fronte”.

Per regolamento toccherebbe dunque alla migliore qualificata del campionato di Lega Gold, l’Orlandina appunto. La raccomandata è partita da tempo, l’attesa si fa sempre più snervante.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close