estate brolo

Primi incontri per l’estate

estate brolo
Brolo –
Lunedì sera il primo incontro tra l’assessore al turismo, Nino Tripi, coadiuvato da Giuseppe Miraglia e Amedeo Arasi – rispettivamente presidente del consiglio e consigliere comunale  (ma in sala c’erano altri consiglieri comunali e lo stesso vicesindaco Gaetano Scaffidi Lallaro) – con le associazioni, i gruppi giovanili, i commercianti (Forum dei Commercianti e Acib) per tratteggiare una prima bozza di programmazione estiva.

“Sarà, se parteciperete tutti – ha detto l’assessore Tripi – e ci sarà collaborazione, idee e impegno, una bella estate” consapevole che il bilancio a sua disposizione, da definirsi ancora, potrebbe essere davvero esiguo. Quasi venti tra sigle, associazioni, gruppi più o meno ufficiali, comitati, a rappresentare un bello spaccato di società civile ( la Sak Be, La Consulta Giovanile, la Maria Santissima Addolorata di Piana, i carristi, la Peppino Impastato,  tanto per fare qualche nome) e poi i gruppi di volontario , vedi la partecipazione di Faiusto Ridolfo – casartigiani dei nebrodi’-  i rappresentanti del  Comitato Cittadino, e poi ancora le scuole di danza, le palestre, artisti e musicisti, i rappresentanti dei quartieri e delle loro feste, gli esponenti della nuova imprenditoria giovanile.

Tante idee e voglia di fare, ma tutti disponibili, oltre a rispondere all’appello fatto dall’assessore appena insediato, Nino Tripi, che oltre alla delega al turismo, ha anche quelle alle manifestazioni ed allo sport, anche ad “esserci” e a coinvolgersi in un “presente” collettivo.

Di fatto tutti, nella sala Rita Atria, ieri sera, hanno contribuito, chi con proposte concrete, chi con pillole di saggezza, chi con la voglia di alzare l’asticella dell’offerta turistica per allargare la stagione, chi volendo definire nuovi flussi turistici, a rendere produttivo e fruttuoso  un incontro, quasi due ore, ricco di spunti positivi.

Tutti hanno avuto qualche cosa da dire, da proporre, da suggerire.

Ma sopratutto- nessuna verve polemica nei recriminazioni – tutti sono stati disponibili anche a rimboccarsi le maniche, fare gruppo, impegnarsi per dar vita ad un programma “d’emergenza”, visti i tempi ristretti e la scarsezza dei fondi.

Un programma di passaggio, o meglio di transito, in attesa di poter dare spazio alla programmazione, alle strategie, agli interventi per dare a Brolo nuove progettualità turistiche.

Un programma che ovviamente raccogliendo esperienza passate, porti tutti a migliorasi anche facendo tesoro di sbagli, evitando di inanellare ulteriori occasioni perdute, pronto a far tesoro di professionalità e strutture già rodata e affidabili.

Nino Tripi è stato chiaro.

Valuteremo tutte le idee, i costi, i benefici, cercando di allargare le settimane d’intervento del programma.

Spazio alle manifestazioni certe, spazio alle innovazioni, messa a punto di nuove manifestazioni anche a settembre, in inverno e ppi ancora in primavera.

Nino Tripi è stato concreto.

“Portare idee, pianificate i costi…cercheremo di fare tutto, con oculatezza, con parsimonia, agendo , tutti, da buoni padri di famiglia, con un bilancio da rispettare, per onorare tutti gli impegni che prenderemo”.

Ci sarà tempo per tutto.

Ed intanto bisogna fare i conti.

Ma come tante tessere di un mosaico, ieri sera, si sono riempite anche diverse caselle del calendario estivo.

Dati nomi a manifestazione, creato contest per rendere pratiche le idee e le proposte.

“Nulla di definito – sottolinea l’assessore – tutto definibile, questa sera è solo un punto di partenza”.

Quindi le proposte da disco verde saranno il carnevale estivo,  i musical dell’Archè di Adriana Ridolfo, “Y love the Rock” tra ecologia e mare pulito, la manifestazione voluta dai sub locali, ed ancora una rinnovata Festa della Birra – gestita direttamente da privati –  le manifestazione legate agli interventi del Forum Giovanile, tra impegno sociale, ludico, lavoro e sport.

Le feste del e nel borgo, ambito che per tutti deve assolvere la funzione di essere polo attrattore dell’immagine turistica brolese.

Allo studio percorsi musicali ed enogastronomici pensati anche in una ridisegnata Festa del mare.

Rimodulare le sagre dandogli altri appeal, sottolinea Giuseppe Miraglia, e trova tutti concordi.

Ed in quest’ambito sarà riproposta, con una formula più coinvolgente l’economia locale, la “Sagra dell’Oro Verde”.

Ci saranno le feste delle frazioni, nei quartieri, la collaborazione della Fashion Dance con tre appuntamenti, l’innovativa manifestazione di Alice Corica “lo Scoglio di Cristallo” che ha già, tra le poche, le date confermate – il 28 al 31 luglio con i big della danza moderna in pedana.

Tra le nuove idee un festival da musica “pub”, con i gruppi emergenti, e per questo – anche stamani – ci ha lavorato, con impegno, Amedeo Arasi.

“Sarà un Festival che punta alla qualità” – sostiene – spulciando nomi e gruppi, e non si può non pensare a quello che sarebbe divenuta “ la piazza Ritrovata”.

Un’esperienza troppo presto accantonata.

 

Chiara Gasparo, musicista, pensa a progetti nel borgo, dal jazz  all’etno rock.

Tripi mette sul tavolo le disponibilità acquisite per collaborazioni di gente dal calibro di Anita Vitale, brolese doc, bravissima e talentuosa.

Non nuova a performance nel suo paese.

Potrebbe essere in mezzo al programma, a coordinarne degli spazi.

E poi Michael aggiunge !”abbiamo allo studio iniziative da, guinnes da primato, manifestazioni di grande interesse”.

Tripi rassicura “ Il comune farà la sua parte…”

Tranquillizza, mentre il Comitato Cittadino guidato da Sara Ceralo si mette a disposizione.

Per loro l’idea è quella di dare spazio a manifestazioni semplici, di richiamo che coinvolgono, e si mettono al fianco dell’assessore.

Che non può che esserne soddisfatto.

La Sak Be è presente.

Ripropone le feste nel borgo.

Presenterà un programma; è disponibile.

Nei prossimi giorni, ancora incontri… per limare i dettagli, far incastrare le date, poi il programma diverrà spendibile, ma alla pari sottolinea l’assessore bisogna vincere la scommessa dei servizi funzionanti, della spiaggia accogliente, della pulizia del centro storico, degli spai verdi, del paese.

Anche attraverso questi interventi il paese può accogliere il turisti.

La riunione è un continuo mettere carne al fuoco.

Ferragosto, i week end  estivi di luglio, settembre, il teatro, gli appuntamenti d’arte e la presnetazione dei libri, e poi i ragazzi della scuole hanno anche vinto un premio al Tindari Teatro Giovani –  tutto può diventare un grano del rosario delle manifestazioni ma intanto si pensa anche ad altri spazi dove diversificare gli incontri estivi: dal nuovo lungomare, alla scalinate “du timpuni”.

Niente viene escluso.

Valutare, poi decidere.

E poi dice sempre l’assessore Tripi, questa è la prima di una serie di incontri. Presto incontrerò i responsabili delle agenzie viaggi, gli albergatori, i responsabili del turismo alternativo (vedi Dimorando), i gestori delle attività interconesse con i flussi turistici.

Sono tutti nodi importanti per costruire l’immagine turistica del paese, offrire servzi.

Ascolterò proposte ed esigenze….  Saremo in ascolto anche con loro. Saremo disponibili a valutare, intervenire, programmare.

Quindi mentre tutto è in movimento, la sala viene lasciata in mano a Sara Ceraolo.

Lei ha fissato – a seguire – un incontro per presentare, parlare, vedere il da farsi con la cittadinza per presemtare il Comitato Cittadino

Si è parlato anche di impegno sociale, anziani e solidarietà.

Altra scommessa – sotto il profilo aggregativo e fattivo  – da vincere.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close