autostrade

L’on Grasso attacca il Consorzio Autostrade Siciliane

autostrade

E’ stata discussa ieri all’Assemblea Regionale Siciliana la mozione sulla manutenzione delle Autostrade Siciliane presentata dall’On Bernadette Grasso. E’ un durissimo attacco contro la gestione del Consorzio autostrade siciliane in cui si pone la questione, molto rilevante, di chiarire la sua natura giuridica. Si faccia funzionare il Consorzio autostrade siciliane a cui spetta la manutenzione delle autostrade , oppure si vendano le quote ai privati -afferma l’on Grasso – anche se la concessione in essere non è conforme alla normativa nazionale”. Una serie di inadempienze del Cas sono ormai così evidenti tanto da rischiare la revoca della concessione”. L’ autonomia finanziaria del Cas prevede che il consorzio provveda mediante le tariffe dei pedaggi ai costi di esercizio, alla manutenzione ordinaria delle autostrade: ebbene – continua l’On Grasso – nulla è più lontano dall’attuale gestione in carico al consorzio. Ad oggi non sono stati approvati i bilanci consuntivi 2013 e 2012 e nemmeno il bilancio di previsione 2014, mentre si registra un preoccupante aumento della spesa corrente e dei costi. Che comportano spese non più giustificabili. Quindi il modus operandi del Cas è in conflitto con le norme nazionali richiamate nella concessione.

 

On. Bernadette Grasso

 “Si pone inoltre un problema di natura giuridica che la Regione deve risolvere cioè quello della natura giuridica del CAS; non vi è dubbio che lo stesso deve esser qualificato come ente pubblico economico. Interrompere la politica fallimentare di gestione del Cas e verificare i rapporti con il ministero delle infrastrutture e ottenere nuovo parere dall’ avvocatura dello stato e/o dell’Ufficio legislativo e legale sulla natura dell’ente. O questo ente si fa funzionare o si vendano le quote” conclude l’On Bernadette Grasso.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close