Logo Festival

Ecco il cartellone del “Frazzanò Folk Fest”

Logo Festival

Frazzanò – Il Comune di Frazzanò, in collaborazione con l’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana e con l’Unione dei Comuni dei Nebrodi, organizza il “Frazzanò Folk Fest” – Ethno World Music. Il Festival è un evento turistico – culturale, una grande manifestazione sulla cultura della musica, sul turismo, sull’arte e sull’artigianato, che si terrà a Frazzanò in un lungo fine settimana dal 25 al 27 Luglio 2014. “Frazzanò Folk Fest” vuole essere un Festival di musica etnica popolare del Sud Italia, della Sicilia e del bacino del Mediterraneo, dove poter promuovere, valorizzare, conservare la tradizione della musica popolare. Le tre serate vedranno alternarsi gruppi popolari, provenienti dal Meridione, che allieteranno i presenti con le loro ballate e melodie tradizionali.

Il 25 Luglio si esibiranno i “Siculanti”, i “Nakaira” e Carlo Muratori. I “Siculanti” sono una formazione musicale che propone un innovativo folk – fusion con suoni moderni freschi e originali. Il progetto “Siculanti”, nato da un’idea di Davide Di Pane e Lorenzo Cangemi, ha preso forma come band nell’estate del 2013; da allora inizia un percorso musicale che attraverserà numerose fasi di crescita. Il nome “Siculanti” è stato scelto dai componenti del gruppo, per riprendere il genere musicale e la regione in cui loro stessi vivono. La band è costituita da cinque elementi: Davide Di Pane (voce e chitarra), Lorenzo Cangemi (fisarmonica e fiati), Davide Castrovinci (basso elettrico), Alessandro Castrovinci (violino, chitarre e mandolino), Giuseppe Liirò (caijon e batteria). I “Nakaira” sono un complesso formatosi nel 1999 con l’intenzione di riprendere il folk in Sicilia, un genere per il quale i musicisti nutrono una particolare devozione. Il loro primo album esce nel Gennaio del 2000 e si intitola “Musiche a danzare tra oriente e occidente”. Nel corso degli anni il gruppo ha suonato in diverse città europee e anche in Africa, facendo conoscere in questi paesi la musica tradizionale siciliana. Carlo Muratori, il quale concluderà la prima serata della manifestazione, è uno fra i più autorevoli e storici cantautori siciliani. Il suo insegnamento di musica tradizionale ha fatto scuola in Sicilia e fuori dall’isola ed è stato un modello di riferimento per la scena musicale folk dagli anni settanta in poi. La sua carriera artistica dura da circa quarant’anni, in cui il cantante ha alternato l’impegno di recupero di antichi canti di tradizione orale alla composizione di nuove melodie. La sua ricca e preziosa discografia conta dodici album.

Foto(6)

La seconda serata vedrà suonare i “Cantustrittu”, gli “Sguariu” e i “Beddi”. L’Associazione Culturale Musicale di Messina i “Cantustrittu” (i cantori dello stretto di Messina), nasce nel 2011 a Messina dall’incontro di cinque musicisti con esperienza e conoscenza nell’ambito folkrorico, uniti dalle comuni origini siciliane e dalla passione per le arti e le tradizioni popolari. La voglia di esibirsi parte dal bisogno di diffondere, con i propri linguaggi, una visione quasi mitizzata della Sicilia e di dare un equilibrio fra tradizione ed innovazione musicale ai luoghi letterari del ricordo. I componenti del gruppo propongono musica popolare con il suono dei caratteristici strumenti musicali, come il tamburello, la zampogna, il marranzano, il mandolino, la fisarmonica e il fischietto. Gli “Sguariu Folk Quartet” sono un gruppo costituito da quattro elementi: Claudio Miggiano (chitarrino, armonica, violino e voce); Leone Marco Bartolo (chitarra e voce); Marco Tundo (organetto, chitarra e voce) e Giuseppe Delle Donne (tamburi, cucchiare e voce). Nelle loro canzoni il cantautorato incontra la musica popolare e i suoi accordi, le melodie tipiche e i ritmi ossessivi. I “Beddi” sono un gruppo, nato nel Luglio 2005 da un’idea di due giovani artisti di Acireale. Da quel momento in poi la band si è trasformata, evoluta, plasmata, affinata e cresciuta, sia nel numero dei componenti, sia nella qualità delle proposte musicali, sia nella ricerca musicologia. L’orientamento seguito da questa compagnia musicale è quello di riproporre e innovare la musica siciliana, cercando di renderla attuale e muovendosi tra sonorità antiche e melodie moderne.

L’ultima serata saranno presenti i “Lassatili Abballari” e gli “Ipercussonici” insieme ad Alfio Antico. I “Lassatili Abballari” prendono forma nel 2006, in seguito all’incontro tra Michele Piccione e Benedetto Basile. Da subito il gruppo acquista una propria identità musicale, che si affinerà sempre di più con il passare del tempo. Oggi sono cinque i componenti: Michele Piccione (voce, tamburi a cornice, percussioni, chitarra, zampogna e cornamusa scozzese); Benedetto Basile (flauto traverso, tamburello e cori); Paolo De Leonibus (fisarmonica); Ciccio Piras (voce, chitarra e grancassa) e Barbara Crescimanno (voce, tamburi a cornice). Gli “Ipercussonici” sono un gruppo musicale formato a Catania nel 2002. La loro musica, cantata in siciliano, cerca di combinare la melodia popolare, il reggae e il rock. I componenti del gruppo sono: Alice Ferrara (voce principale e percussioni); Carlo Condarelli (canto, tamburi bassi e Jembe); Luca Recupero (marranzano, canto e tamburello); Marcello Ballardini (didjeridoo) e Michele Musarra (fonico, basso elettrico).

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close