brolo

Primo Consiglio Comunale… con sorpresa

brolo
Brolo – Si è svolto il primo consiglio comunale sotto la neo eletta Amministrazione di Irene Ricciardello, il primo sindaco donna del paese. Aula consiliare gremita di persone, appassionati, ex politici o semplicemente curiosi hanno assistito al battesimo del nuovo esecutivo che guiderà Brolo per i prossimi cinque anni. Il civico consesso è stato presieduto da Anna Ricciardi, consigliere anziano, che ha conseguito il maggior numero di voti all’interno della lista RicostruiAmo Brolo. Differentemente da quanto si pensava, vista la mole di voti raggruppata, non è l’Avvocato Anna Ricciardi il nuovo Presidente del Consiglio brolese, bensì il giovane Giuseppe Miraglia, già membro della passata opposizione consiliare. Durante la seduta, Giuseppe Miraglia è stato eletto con i soli voti della maggioranza, dichiarandosi durante il suo discorso istituzionale “il Presidente di tutti”. Tra i buoni propositi del neo presidente la volontà di voler rinnovare statuti e regolamenti ormai obsoleti.

Il consiglio ratifica anche la nominata del vicesindaco, Gaetano Scaffidi Lallaro, e degli altri Assessori resi noti nei giorni scorsi: Nino Tripi, Pietro Marino e Carmelo Princiotta. I nominati in giunta hanno rinunciato alla carica consiliare permettendo così la surroga di Valeria Campo, Marica Ricciardo, Salvatore Gentile e Antonella Raffaele Addamo.

Capogruppo di Maggioranza Marisa Bonina, la seconda ad aver conseguito più voti nella lista vincente, suo vice Valeria Campo, fresca fresca di surroga.

Sorprese tra i banchi dell’opposizione, dove a poche ore dal consiglio comunale, Tina Fioravanti, ex assessore delle giunta Messina, ha presentato le dimissioni per incompatibilità territoriale con una carica ottenuta all’interno del sindacato in cui lavora ormai da anni. A sostituirla un veterano della politica, l’Architetto Pippo Ricciardo, ex assessore dell’Amministrazione Laccoto.

Capogruppo di minoranza Cono Consipodero, anch’egli ex membro della passata sindacatura Messina.

Al di là degli atti istituzionali, dovuti e rituali, non sono mancate le prese di posizione da parte di un’Irene Ricciardello carica e determinata, consapevole del ruolo di cui è investita. Già da stamani l’attendono argomenti importanti, come il bilancio,  i creditori da soddisfare, i decreti ingiuntivi da affrontare e tutte le questioni spinose toccate durante la battagliera campagna elettorale. Insomma un’eredità pesante che il neo sindaco di Brolo dovrà affrontare insieme alla sua squadra, vigilata e seguita da un’attenta opposizione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close