Mauro Casilli

Casilli: «All’Orlandina solo consigli, Tiger e Rocca grandi esempi»

Mauro Casilli

Capo d’Orlando – Dopo la scoppiettante conferenza stampa di un paio di giorni fa riguardante l’Orlandina Calcio, nelle ultime ore si è parlato molto del futuro della compagine paladina presieduta dal Presidente Massimo Romagnoli.

Presente a quell’incontro con i giornalisti era, oltre al patron biancoazzurro, anche Maurizio Casilli, consigliere personale di Romagnoli, che in un’intervista ai nostri microfoni ha voluto chiarire la sua posizione all’interno della società di Capo d’Orlando che sta cercando di disputare il prossimo campionato di Serie D nonostante qualche difficoltà: «Voglio specificare che il mio ruolo in seno all’Orlandina è quello di semplice consigliere del Presidente Romagnoli, al quale mi lega una fraterna amicizia. Non ho alcuna carica ufficiale, né mi permetterò mai di entrare direttamente in qualche trattativa o decisione del club, poiché ho altri impegni lavorativi. Sto solo cercando di dare una mano alla squadra del mio paese. Come ho detto l’altro giorno, Capo d’Orlando è un piccolo paese che vive soprattutto di pallacanestro. La passione per il basket è enorme e questo ovviamente distoglie un po’ l’attenzione del pubblico dal calcio. Ho un grandissimo rapporto con il Sindaco Enzo Sindoni e con il Presidente del Consiglio Comunale Gianfranco Timpanaro, so che anche loro tengono molto all’Orlandina Calcio. Quando ho parlato di maggiori aiuti al club, mi riferivo ad un’ipotetica situazione in cui il Presidente Massimo Romagnoli non fosse stato più interessato alle sorti di questa squadra, ma non è assolutamente così, non vorrei le mie parole fossero state fraintese. L’Amministrazione è vicina al club paladino e di sicuro lo sarà anche in futuro. Per il resto, ho sentito e letto nuovamente cose non vere. L’Orlandina non parteciperà alla Serie D solo per fare presenza. La rosa sarà comunque di livello, solo si cercheranno calciatori e tecnici del comprensorio, sia per creare maggior entusiasmo e senso di appartenenza, sia per dimostrare che c’è del talento importante anche nelle nostre zone e che può essere valorizzato».

Maurizio Casilli ha poi parlato della situazione del calcio messinese a livello generale: «Sicuramente è un periodo difficile per tutti. Nei dintorni, però, ci sono delle realtà importanti, una su tutte la Tiger Brolo. La società giallonera ha fatto un lavoro incredibile e sta programmando bene anche per il futuro, vedi il nuovo progetto del settore giovanile. C’è solo da fare i complimenti alla dirigenza e soprattutto al direttore sportivo Antonio Magistro, un ragazzo giovane ma già molto esperto e capace che ha fatto cose straordinarie in poco tempo. La Tiger ha delle basi solide e farà sicuramente bene anche in Serie D. Un’altra grande società della zona è il Rocca di Capri Leone che, nonostante la retrocessione, ha dimostrato di appartenere all’Eccellenza sotto il punto di vista delle strutture e a livello dirigenziale. Sul campo è andata male ma credo e spero che i biancoazzurri vengano ripescati perché Rocca merita certamente più della Promozione. Nonostante la crisi, quindi, Tiger e Rocca dimostrano che si può fare ancora calcio e nel migliore dei modi. Servono progetti fondati sui giovani, organizzazione societaria e competenza. Il nostro calcio deve ripartire da questi esempi».

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close