BILANCIO: IL PDL NON CI STA. “MENO DIVERTIMENTI E PIU’ SERVIZI”


In un comunicato stampa i consiglieri comunali di minoranza, eletti nelle liste di appoggio alla candidatura a sindaco di Renato Mangano, esprimono le proprie ragioni sul voto contrario al punto relativo all’approvazione del bilancio. Secondo Abate, Trifilò e Triscari, non si è tenuto conto dell’effetto delle manovre fatte del Governo Nazionale e Regionale e sembra addiriturra paradossale che, in un periodo di tale crisi, Capo d’Orlando sia l’unico Comune che propone una variano di bilancio con maggiori entrate per circa mezzo milione di euro. Di seguito il comunicato integrale dei consiglieri Sarino Abata, Daniela Trifilò e Edda Triscari.

I Gruppi Consiliari PDL – Movimento 25 giugno – Alleanza per Capo d’Orlando, esaminata la proposta di deliberazione, hanno espresso voto contrario non ritenendosi né garantiti né tutelati dalla documentazione che è stata sottoposta al Consiglio Comunale e, soprattutto, dallo “stitico” e disarmante parere del Revisore dei Conti, che si è limitato semplicemente al richiamo di alcune disposizioni ed alla sua sottoscrizione. Hanno evidenziato inoltre che nella proposta di
deliberazione non veniva fornita alcuna notizia dell’eventuale effetto delle manovre fatte dal Governo Nazionale e Regionale nel corso del 2011 (ivi compresa la recente legge di stabilità),infatti, “ si parla di tagli alle Regioni, Provincie e Comuni ed invece ci viene sottoposta una variazione di bilancio con maggiori entrate per circa 500.000 euro, forse Capo d’Orlando ha avuto un’esenzione da questi tagli e da queste manovre”. Sotto il profilo politico il voto contrario è stato motivato dal fatto che dopo appena due mesi dalla variazione di bilancio del 26.09.2011  viene richiesta una variazione di bilancio di circa 500.000 euro, che conferma l’incapacità dell’Amministrazione attiva nel fare congrue previsioni e nel programmare una efficace azione amministrativa. I gruppi consiliari PDL e Movimento 25 Giugno – Alleanza per Capo d’Orlando non hanno condiviso le variazioni in aumento della spesa, perchè privilegiano i divertimenti penalizzando la viabilità urbana ed extra urbana e la difesa del territorio da eventuali rischi di esondazioni mancando interventi risolutivi di prevenzione e pulitura lungo i canali, i cunettoni, i tombini ed i corsi d’acqua.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close