cogitazioni

“Il sogno. Ovvero la concretezza dell’Effimero” a Villa Piccolo

cogitazioni

Capo d’Orlando – Si è tenuta questa mattina, presso il municipio di Capo d’Orlando, la conferenza stampa di presentazione  della manifestazione “Il Sogno. Ovvero la concretezza dell’Effimero”, rassegna nazionale su filosofia, arte e scienza, organizzata da Cogitazioni nell’ambito del progetto di ricerca e formazione “Il sapere del corpo”.

La rassegna, promossa e sostenuta dal Comune di Capo d’Orlando e patrocinata dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella, si svolgerà dal 6 al 10 giugno nella splendida location di Villa Piccolo, teatro di molte manifestazioni, culturali e non, in questi ultimi mesi. A presentare l’evento questa mattina, vi erano Giacomo Miracola, consulente del comune per la cultura, la Dott.ssa Giusi Venuti, ideatrice e curatrice del progetto ed i consiglieri di amministrazione della fondazione Villa Piccolo Andrea Pruiti ed Alberto Samonà.

“Sostenere per il terzo anno il progetto Cogitazioni sottolinea Giacomo Miracola– è per noi la naturale prosecuzione di un percorso virtuoso che in questi anni ha visto crescere l’attenzione anche nazionale su Capo d’Orlando. Realizzarlo insieme alla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella conferma quel rapporto di stretta collaborazione intrapreso fra i due enti, nel nome di una sempre maggiore attenzione per il nostro il territorio”. 

La fondazione Villa Piccolo ha ringraziato sentitamente Miracola ed il comune orlandino, che hanno contribuito a rilanciare la Villa come location per eventi ed incontri ad alto livello culturale. In particolare Pruiti ha parlato di: “Location perfetta dove poter dialogare dell’etica del sogno, dato che a Villa Piccolo la dimensione onirica ha una sua realtà quasi concreta.”

La Dott.ssa Venuti invece ha parlato principalmente dell’etica del sogno: “Anzitutto vorrei esprimere la mia gratitudine a Giacomo Miracola per aver creduto in noi. Il progetto sull’etica del sogno si basa su contenuti non accademici e proveremo a spiegare il sogno in modi diversi rispetto a quelli canonici, non a caso avremo pure un architetto a dirigere un laboratorio. Abbiamo provato a liberare l’Etica dalla stortura della posizione morale, abbinandoli al sogno. Parleremo di Hobbes, Schopenhauer e di tutti filosofi che hanno parlato del sogno, perchè in fondo, citando Shakespeare, “siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni”.”

Successivamente si è diramato il programma della manifestazione, che prevede diversi giorni di laboratori con studiosi e artisti che lavoreranno per otto ore al giorno .

Si comincia il 6 giugno con Il peso del corpo tra natura e cultura (teatro-danza con Giovanni Scarcella, performer, coreografo a Bruxelles, fondatore e co-direttore della compagnia Giolisu insieme a Lisa Da Boit ); il 7 giugnoIl sogno come luogo del possibile (diretto dall’architetto Luciano Marabello di Messina) e La ricerca della leggerezza (teatro-danza ancora con Scarcella); l’8 giugno La poetica della “reverie” a partire da Lucio Piccolo (Giusi Venuti, Università degli Studi di Messina) e La pesantezza e la grazia. Indagine sulle forze (Giusi Venuti e Giovanni Scarcella); il 9 giugno i laboratori verteranno su Il sogno: tra regressione e promozione del reale (Paolino La Spina, neuropsichiatra Università degli Studi di Messina) e Il sogno come diritto alla felicità(Lucilla Risicato, ordinario di diritto penale Università degli Studi di Messina). I quattro giorni culmineranno, sempre il 9 giugno, alle 15, in una tavola rotonda sui temi affrontati fra tutti i partecipanti.

Martedì 10 giugno, infine, si concluderà in bellezza con la performance-spettacolo fra musica, arte e narrazione con Paolo Fresu, fra più interessanti musicisti della scena jazz italiana, con l’attore teatrale Annibale Pavone e con Maria A. Listur, performer, pittrice, cantante e regista argentina.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close