un suicidio di mafia

Domenica in Pinacoteca, Mirone e “Un suicidio di mafia”

un suicidio di mafia
Capo d’Orlando – 
L’Associazione Nazionale Amici Attilio Manca con il Patrocinio del Comune di Capo d’Orlando presenterà giorno 1 giugno “Un suicidio di mafia”. Un libro scritto dal giornalista e scrittore, Luciano Mirone e che racconta uno dei casi più scottanti degli ultimi anni: la misteriosa morte di Attilio Manca, il giovane urologo barcellonese rinvenuto cadavere nella sua casa di Viterbo circa dieci anni fa.

Attilio è stato ritrovato riverso nel suo letto, col setto nasale rotto e due buchi nel braccio sinistro. Per la Procura di Viterbo si tratta di un mix letale di droga, alcool e tranquillanti, un suicidio. Per la famiglia è invece un omicidio camuffato da suicidio. Secondo questi infatti la morte del figlio, è da collegare con l’operazione di cancro alla prostata cui, nel settembre del 2003, è stato sottoposto a Marsiglia, Bernardo Provenzano, nascosto sotto falso nome e la cui latitanza è durata più di 40 anni. Attilio avrebbe visitato e curato il boss in Italia, prima e dopo l’intervento in Francia.

Quella raccontata da Mirone in questo libro è una vicenda piena di colpi di scena. Ma è anche la storia del dolore immenso dei familiari di Attilio Manca che, ancora oggi, reclamano verità e giustizia. Un’inchiesta avvincente, che cerca di fare luce su uno dei casi più clamorosi dell’ultimo decennio.

L’appuntamento è dunque alle ore 18,30 alla Pinacoteca Comunale di Capo d’Orlando. Alla presentazione del libro, interverranno il Sindaco Enzo Sindoni, la madre di Attilio, la Prof.ssa Angela Manca, il fratello, l’Avv. Gianluca Manca e il Presidente della Commissione Regionale Antimafia, l’On.le Nello Musumeci.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close