1

A Palazzo Trabia, per un mese, le opere del Maestro Rocco Famularo

2

È stata inaugurata ieri, domenica 25 maggio, la mostra retrospettiva dedicata al Maestro Rocco Famularo, pittore stefanese scomparso nel 2004. A 10 anni di distanza dalla sua morte le sue opere sono state raccolte, e rimarranno esposte per circa un mese, nel museo delle ceramiche, all’interno del quale presto verrà anche allestita un’ala da dedicare a questo artista locale.

Una azione dovuta quest’ultima, un modo per ricordare e tramandare alle future generazioni un’arte e un’artista, che con le sue mille sfaccettature ha conquistato e continua a conquistare diverse generazioni.

La mostra, voluta e curata da uno dei nipoti, Nino Famularo, dall’Assessore del Comune di S. Stefano Matteo Napoli e dall’Architetto Salvatore Scaffidi, nonchè da altri giovani che con loro hanno collaborato, si pone quasi a coronamento di un progetto portato avanti  dallo stesso anno della  scomparsa di Rocco Famularo. Un progetto che tende essenzialmente a valorizzare l’immenso patrimonio artistico che il pittore stefanese ha lasciato alla sua comunità.

40 circa gli anni di attività artistica, 2 i riconoscimenti più importanti ottenuti a livello nazionale, tantissime le opere realizzate molte delle quali possedute oggi da privati. Non lavorava, infatti, per denaro Rocco Famularo, come ha voluto ricordare nel suo interevento il primo cittadino, Francesco Re. Lui dipingeva per amore di dipingere, di creare arte, e ne è dimostrazione il fatto che regalava tutte le opere da lui realizzate. Una passione infinita, potremmo  quindi dire,  come motore trainante di un’intera vita. Questo l’insegnamento principale che lascia alle future generazioni.

Oltre che dai privati, un numero abbastanza rilevante di opere è stato e viene tutt’oggi  custodito  dal Liceo Artistico “Ciro Michele Esposito”, che in occasione della mostra ha offerto opere del maestro Famularo che non vedevano la luce da più di 50 anni. Rocco Famularo che è stato prima alunno di quella scuola poi docente, lascia oggi all’Istituto un gran bel patrimonio. La conquista più bella sarebbe però, come ha voluto sottolineare il Preside del Liceo Artistico A. Cesareo,  che tutto questo potesse essere conosciuto e valorizzato anche al di là di quelli che sono i confini territoriali entro i quali collocare l’arte e la personalità del maestro Rocco Famularo.

1

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close