Mays_Verona.

L’Orlandina espugna Verona ed è in finale

Mays_Verona.

Capo d’Orlando – L’Orlandina batte la Tezenis Verona per 55-73 in gara 4 della semifinale playoff di Adecco Gold e conquista la finale.
Nonostante l’indisponibilità di Basile e la squalifica di coach Pozzecco per una gara, i paladini si impongono con carattere sui veneti, apparsi notevolmente stanchi, per tutta la durata del match.
L’Orlandina aspetta ora di conoscere la sua sfidante tra Torino e Trento (al momento Torino conduce per 2-1 e giocherà gara 4 in casa) nella finale che varrebbe la promozione in Serie A.

Verona appare stanca e nervosa fin dall’avvio, Boscagin apre le danze portando i suoi sul 3-0, ma i paladini sono carichi e hanno tanta energia e vanno subito sul 5-7 con Archie, Soragna e Nicevic. I giallo-blu approfittano degli errori dell’Upea per infilare un mini-break di 6-0, ma la schiacciata di Archie scuote i suoi, Mays mette la tripla da 8 metri e manda Portannese in transizione ad appoggiare comodamente al tabellone (11-14). Coach Ramagli vuole parlarci su, ma al rientro dal time-out la bomba di Laquintana continua il break dei paladini (11-17). Lo interrompe Da Ros, che chiude il primo parziale sul 13-17.

Il secondo quarto si apre con l’auto-canestro di Smith, è ottimo il momento dell’Upea, che approfitta degli errori di Da Ros per prendere il largo guidata da Mays e andare sul +10 (13-23). Il break dei paladini è interrotto dalla tripla di Smith, ma Valenti dalla lunetta tiene avanti i suoi. C’è tanta tensione in campo e sugli spalti, gli errori al tiro si susseguono da ambo i lati, la difesa paladina è molto intensa e Nicevic tiene i suoi sul +11. I veneti però sono carichi e con i due americani si riportano sul -4 (25-29). Arriva però il contro-break di D’Wayne Mays, che mette la tripla e vola in contropiede innescato da Soragna. Boscagin dalla media distanza sulla sirena manda le squadre all’intervallo lungo sul 26-34.

porta_veronaAl rientro dagli spogliatoi l’Orlandina vuole imporre la sua forza, il gancio di Nicevic riporta i suoi sul +10. Gandini riaccorcia dalla lunetta, ma Soragna è in serata e piazza la bomba, caricando in special modo Archie, che cancella Smith in contropiede e realizza dal lato opposto. La Scaligera subisce i paladini e si innervosisce, il fallo tecnico fischiato a Gandini ne è la prova. I liberi di Soragna valgono il massimo vantaggio paladino (+13), 30-43. I paladini difendono con grande intensità, Archie è il migliore dei suoi e va a depositare il +15. Callahan mette la tripla e usa tutte le armi a sua disposizione, anche quelle non lecite, per fermare gli ospiti: mentre Archie va a depositare a canestro lo sbatte a terra in maniera violenta ed il fallo anti-sportivo frutta due liberi più possesso concluso da Nicevic, l’Orlandina comanda per 35-52 (+17). Carraretto e Callahan, sapientemente innescati da Taylor, cercano di far riprendere coraggio alla Scaligera, ma Valenti riesce a correggere allo scadere il tiro di Portannese e chiude il terzo quarto sul 39-54.

In avvio ultima frazione Taylor trova impreparata la difesa paladina, Soragna mette un’altra bomba importantissima, Verona è pronta a rispondere con Carraretto, ma anche Archie realizza dall’arco. Mays riesce a penetrare nella difesa giallo-blu e mette il +18 (46-64). La difesa dei padroni di casa si fa però più intensa, allo stesso modo di quella paladina, che continua a tenere alla perfezione i giallo-blu e ad attaccare il ferro avversario con un immenso Rudy Valenti, che a 4 minuti e mezzo dalla fine mette il +20 e stoppa Carraretto. Capitan Boscagin prova a caricarsi sulle spalle i suoi e realizza con il fallo di Archie. Anche Callahan realizza dalla lunetta (51-66), ma Verona capisce che non c’è più nulla da fare e smette di difendere, Valenti e Nicevic inchiodano il +19 a 2 minuti dalla fine e Portannese spara e realizza chiudendola sul 55-73.

Tezenis Verona – Upea Orlandina Basket 55-73 (13-17; 26-34; 39-54)
Verona: Smith 5, Taylor 6, Boscagin 11, Callahan 15, Gandini 7, Reati, Carraretto 5, Da Ros 6, Grande e Salafia n.e. Coach: Alessandro Ramagli.
Orlandina: Soragna 16, Laquintana 3, Benevelli, Nicevic 10, Portannese 6, Mays 16, Archie 14, Valenti 8, Basile e Ciribeni n.e. Coach: Gianmarco Pozzecco.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close