Porta_Verona

L’Orlandina asfalta Verona e porta la serie sul 2-0

Porta_Verona
Capo d’Orlando – Anche la seconda gara della semifinale playoff è dell’Orlandina, che batte Verona con grinta, controllando il match per tutti e 40 minuti e dimostrando continuità nel rendimento grazie anche all’apporto della panchina.
Il tabellone a fine gara recita 75-59, l’Orlandina, guidata da un clamoroso Rudy Valenti, MVP dei suoi e vero eroe di giornata, imposta il ritmo della partita usando l’intensità e l’aggressività difensiva, riuscendo così a sfruttare il calo di energia dell’avversario.
L’Orlandina, sfruttando il fattore campo esattamente come è successo nel quarto di finale con Barcellona, conduce adesso la serie per 2-0, basterà adesso vincere una delle partite che seguiranno per chiudere la serie ed andare in finale.

Ma passiamo alla cronaca del match:
L’Orlandina inizia subito a difendere intensamente, Verona non riesce ad attaccare il canestro e Nicevic e Archie danno il 6-2 iniziale. L’unico a riuscire a penetrare nella difesa paladina è Taylor, che con un parzialino di 6-0 personale porta i suoi in vantaggio (l’unico di Verona). I bianco-blu non ci stanno e con le triple di Archie e Portannese, lasciati ingenuamente soli dalla difesa ospite, l’Orlandina è di nuovo avanti di 4 lunghezze (12-8). Taylor e Gandini restano gli unici terminali offensivi degli scaligeri, che con i due americani in panchina con due falli a testa, subiscono i paladini, che chiudono la prima frazione, con la tripla di Mays e la penetrazione di Laquintana, sul 21-13.

Anche in casa Upea la situazione falli penalizza Archie (autore di tre falli personali dopo soli 7 minuti di gioco), ma coach Pozzecco trova Rudy Valenti in giornata, che continua il break paladino con l’appoggio del +10. L’incredibile difesa di casa non consente ai giallo-blu di trovare canestri dal campo per ben 6 minuti e mezzo, Basile può così trovare la tripla allo scadere dei 24 secondi che porta il vantaggio sul +13 e fa esplodere il PalaFantozzi. Ancora bomba di Basile e Mays in penetrazione, +15 (31-16). L’apporto di Valenti, sia in attacco che in difesa, è importantissimo, Verona trova la retina solo dalla lunetta. Soragna mette la tripla, Valenti recupera palla in difesa e appoggia due volte, Basile manda le squadre negli spogliatoi sul +22 Upea (40-18). Il parziale si chiude sul 19-5 per i padroni di casa.
Valenti_Verona

Al rientro dall’intervallo lungo Verona fa capire che non è venuta al PalaFantozzi per stare a guardare: Boscagin e Taylor fanno il primo break di 4-0, Archie e Nicevic lo interrompono, ma il 3/3 ai liberi di Taylor e le triple di Callahan e Gandini riavvicinano i giallo-blu (44-33). Nicevic realizza dalla sua mattonella, Smith, fino a questo momento tenuto alla perfezione da Portannese, mette la tripla del -10, gli risponde Mays e Gandini, lasciato solo dalla difesa di casa, va ad appoggiare indisturbato al tabellone. L’Orlandina inizia però un nuovo break: Basile prima dalla lunetta e poi da tre e ancora la tripla di Portannese, l’Upea è di nuovo sul +19 (57-38). Verona trova sempre la forza di lottare, Smith recupera e vola in contropiede a schiacciare il -15 (57-42). La tripla di Carraretto e l’appoggio di Gandini chiudono il terzo quarto sul 60-47.

I due punti di Archie aprono l’ultimo quarto, Reati gli risponde, ma Soragna mette la bomba che infiamma il PalaFantozzi (65-49). Verona continua a segnare solo dalla lunetta e Taylor e Da Ros sono infallibili, ma Valenti è l’eroe di giornata, realizza su assist di Soragna e ruba palla innescando il contropiede di Archie, che subisce il fallo antisportivo di Taylor. Da Ros fa 2/2, ma anche Valenti, e la tripla di Basile mette il sigillo, a 2 minuti e mezzo dal termine l’Orlandina conduce per 73-55. Da Ros appoggia a tabellone, ma il gesto atletico di Valenti, che aggiusta in tap-in il tiro da tre di Basile. Da Ros dalla lunetta la chiude sul 75-59.

Coach Gianmarco Pozzecco a fine gara: “Verona ha pagato la stanchezza oggi, non in gara 1. Noi abbiamo avuto il vantaggio di giocare il quarto di finale a Barcellona, siamo più riposati fisicamente, ma il derby ci ha stressato tantissimo mentalmente. Valenti, Laquintana, Benevelli, escono dalla panchina e danno un apporto importantissimo. Questa squadra ha tutte le armi per poter sostituire i compagni.”

Upea Orlandina Basket – Tezenis Verona 75-59 (21-13; 40-18; 60-47)
Orlandina: Basile 16, Soragna 6, Laquintana 2, Benevelli, Nicevic 11, Portannese 6, Mays 8, Archie 14, Valenti 12, Ciribeni n.e. Coach: Gianmarco Pozzecco.
Verona: Grande, Smith 3, Taylor 23, Reati 2, Carraretto 3, Boscagin 2, Callahan 4, Gandini 12, Da Ros 10, Salafia n.e. Coach: Alessandro Ramagli.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close