Occhiuto

Avv. Occhiuto: «Competenza per cambiare Brolo»

Occhiuto

Capo d’Orlando – È partita stamane su Radio DOC la settimana dedicata alle elezioni amministrative di Brolo. Da oggi e per i prossimi giorni, fino ad “esaurimento candidati” e per par condicio, il direttore di questa testata Antonio Puglisi intervisterà tutti e cinque i candidati che  si daranno battaglia alle urne brolesi il 25 maggio.

Ad inaugurare le “cinque giornate di Brolo” ai microfoni di “Cu C’è C’è!” si è presentato l’Avvocato Carmelo Occhiuto. Ecco, in sintesi, le parole del primo dei cinque candidati brolesi: «Avere ben cinque candidati a Sindaco non è una novità per Brolo – esordisce l’Avvocato Occhiuto -, lo stesso era successo anche nel 1992. Dopo tutto quello che è accaduto nel nostro comune, credo fosse quasi inevitabile una situazione del genere. La democrazia porta a questo e a Brolo c’è un gran bisogno di cambiare. I recenti interventi di Messina e Laccoto hanno chiarito ai cittadini di chi è la responsabilità di tutto ciò che è avvenuto negli ultimi tempi. Adesso è tempo di proporsi e di esporre i programmi, basta con gli attacchi ad personam, non è questo che serve al nostro paese. Non temo nessun avversario in particolare, anche se credo alla fine sarà una corsa a tre, me incluso. Il mio obbiettivo principale è quello di vedere Brolo finalmente pulita, senza cassonetti stracolmi, con una spiaggia accessibile a tutti. Poi, ho due progetti importanti in mente. Per prima cosa, vorrei mettere a disposizione di coloro che vorranno ampliare o ristrutturare la propria abitazione il bilancio comunale come garanzia, con il Comune ad accollarsi gli eventuali interessi. Inoltre, vorrei spostare gli uffici comunali nella casa di riposo per anziani, in modo da lasciare l’attuale sede comunale a disposizione delle persone in età più avanzata o disabili. Credo che la situazione non sia poi così drammatica, anche se quando ho saputo dei mutui fantasma mi sono preoccupato. In seguito, andando più a fondo, ho capito che c’erano dei problemi ma non così gravi come si credeva. Il Commissario, tra l’altro, mi ha confessato che un paio di mutui fantasmi sono presenti in quasi tutti i comuni. Per essere un paese disastrato, Brolo ha una grande disponibilità di cassa. Il problema di Salvatore Messina è stato avere l’82% dei consensi. Era diventato un personaggio troppo autonomo e dava fastidio. In più, dopo qualche tempo ha perso di vista il bene della collettività, ha volato troppo in alto. Personalmente, anche se ad oggi non sono il Sindaco di questa comunità, mi sono già attivato per migliorare le cose. Ho sollecitato Commissario e Responsabile Ufficio Ammistrativo affinché venisse rispettato l’accordo con la ditta catanese che si occupa della raccolta dei rifiuti e devo dire che, dopo il mio intervento, ci sono stati miglioramenti importanti. Poi, mi sono prodigato in favore dell’istruzione, con il risultato che entro la fine della settimana 150 famiglie vedranno pagati i buoni libri del 2010/2011. Per chiudere, credo che per tornare agli antichi fasti, Brolo necessiti di una rivoluzione politica. Apriamo l’ufficio tecnico ai cittadini, diamo a tutti la possibilità di visionare le centinaia di progetti che sono presenti, senza alcuna facilitazione individuale, e a Brolo non ci saranno più problemi. Metterò al servizio dei cittadini la mia professionalità e la mia competenza, per dare a Brolo ciò che merita e permettere ai brolesi di tornare protagonisti. Così cambieremo la politica in questo paese».

Questo il pensiero dell’Avvocato Carmelo Occhiuto, candidato a Sindaco per il comune di Brolo. Conosceremo idee e programmi degli altri candidati nei prossimi giorni.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close