IMG-20140511-WA0018

Sp. Taormina stoico ma non basta, Dattilo in Eccellenza

IMG-20140511-WA0018

Capri Leone – L’ASD Dattilo Calcio è in Eccellenza. Dopo una partita estenuante sul neutro di Rocca di Capri Leone, i trapanesi hanno avuto la meglio ai rigori sullo Sporting Taormina, che non ha comunque demeritato durante i 120′ disputati e conclusisi sullo 0-0. La freddezza dagli undici metri è stata così determinante anche per questo spareggio di Promozione, dopo quello di Prima Categoria di sette giorni fa giocatosi, sempre a Rocca, tra Città di Mistretta e Pro Mende e vinto dalla compagine di Santa Lucia del Mela.

“Nuovo Comunale” di Rocca di Capri Leone pieno ma non stracolmo per la gara che vale l’accesso all’Eccellenza tra Sporting Taormina e Dattilo. Nonostante i km di distanza, comunque, entrambe le tifoserie rispondono presente per dare una mano ai propri beniamini. Gli jonici di mister Aiello lasciano il match winner della sfida contro il Città di Milazzo Varrica in panca e si affidano alla collaudata coppia Catania-Totaro in avanti. Il Dattilo di mister Formisano ha in Parisi e Benenati le sue più micidiali armi offensive. Arbitro dell’incontro è il signor Grasso di Acireale.

Nel primo tempo sembra che lo Sporting abbia un altro passo. Dopo aver preso in mano le redini della partita, sugli sviluppi di un calcio piazzato, in mischia i biancocelesti centrano in pieno il palo a Bevilacqua battuto. Nonostante il predominio territoriale, comunque, i taorminesi non fanno troppo male alla difesa dei trapanesi, sempre pronti e attenti in fase difensiva e messi benissimo in campo. Anzi, è proprio il Dattilo ad avere la palla gol più importante dei primi 45′ con Parisi che, a tu per tu con Gulisano, si fa ipnotizzare dall’estremo difensore jonico, gettando alle ortiche un’ottima opportunità. La prima frazione di gioco si chiude così a reti bianche.

Nella ripresa, nonostante lo Sporting continui a condurre le danze, Benenati per ben due volte fa gridare al gol tutta al tifoseria biancoverde. Il numero 10 trapanese, però, prima spreca dinnanzi a Gulisano e poi, con un bel tiro ad incrociare, non centra la porta avversaria. Il match continua a giocarsi ad un buon ritmo ed entrambe le formazioni dimostrano di non essere arrivate fin qui per caso. La svolta dell’incontro potrebbe arrivare al minuto numero 80, quando Trovato D. viene punito col rosso diretto dopo una scorrettezza ravvisata da uno dei collaboratori del signor Grasso. Gli jonici sono però stoici e all’83’ Totaro da buona posizione spara incredibilmente alto. Quasi un rigore movimento per il bomber taorminese, che difficilmente fallisce in quelle circostanze. Il punteggio tuttavia non si schioda dallo 0-0, si va quindi ai supplementari.

Nonostante l’inferiorità numerica, lo Sporting continua a fare la gara a livello di possesso palla, con il Dattilo comunque sempre pronto a far male grazie alle ripartenze. Le squadre appaiono stanche ma i biancocelesti hanno comunque due ghiotte chances per chiudere la partita prima dei rigori. Al 110′ Catania sfiora il gol di tacco, Marino si immola sulla linea e salva i suoi. Al 121′ Catania è fermato da uno strepitoso Bevilacqua, che manda tutti sul dischetto del rigore. Dagli undici metri, lo Sporting sbaglia due volte, Marino, eroe di giornata, insacca il gol decisivo che significa 4-2 per i trapanesi, ergo Eccellenza per il Dattilo.

Dopo una partita così dura e tutto sommato equilibrata, è un peccato che una delle due formazioni non possa gioire, ma il calcio è anche questo. Onore allo Sporting Taormina, autore di una grande partita anche in dieci uomini, oltre che di una grande stagione. Complimenti al Dattilo, che ci ha sempre creduto e che può quindi finalmente festeggiare un traguardo eccezionale e storico da gustare con più entusiasmo possibile.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close