barcorl

La Sigma vince e accorcia le distanze nella serie. Domenica gara 4

barcorl

Barcellona – Con un grande cuore la Sigma Barcellona porta a casa gara 3 contro l’Orlandina Basket, imponendosi al PalAlberti per 83-80Serie ancora viva dunque, con l’Orlandina avanti per 2-1 e con gara 4 in programma domenica alle ore 18 sempre a Barcellona. Una partita equilibrata ed entusiasmante, che ha visto le squadre darsi battaglia fino alla fine. Calvani ha ottenuto le risposte che si auspicava alla vigilia, un grande Ganeto ha sparigliato le sorti dell’incontro, mettendo a segno 19 punti ed un canestro decisivo a 35″ dalla fine, ma tutto il collettivo giallorosso si è distinto con merito, con un Andre Collins decisivo nel finale. All’Upea non sono bastati i 19 punti nel primo tempo di capitan Soragna ed un gran secondo tempo da parte di Nicevic. Alla squadra di Pozzecco è mancato il contributo di Archie (solo 9 punti per lui) e Portannese (5), oltre ad un Mays a tratti distratto, che perde 4 palloni e che non è certo tra i migliori in campo nonostante i 18 punti segnati. Ma passiamo alla cronaca della gara.

Partono subito forte le due squadre, che giocano un primo quarto ad alti ritmi, con continui cambi di fronte e con gli attacchi che prevalgono sulle difese. Barcellona inizia la partita con un parziale di 8-3, prima che uno scatenato Soragna (11 punti nel primo quarto), con la sua seconda bomba personale firmi il sorpasso sul 10-11. Capo d’Orlando concede molto all’attacco di Barcellona, che trova facili soluzioni , grazie alle penetrazioni con assist da parte di Collins, che riesce con facilità a trovare l’uomo libero per una facile conclusione sotto canestro, ma Nicevic risponde colpo su colpo in attacco. Il quarto si conclude 23-22 per i padroni di casa con una tripla di Pinton allo scadere che fa esplodere il PalAlberti.

Il secondo periodo si apre sulla falsariga del primo, sempre con un costante equilibrio sino al 17′, quando sul 33 pari, prima un antisportivo fischiato a Fantoni e poi un grande Teo Soragna, 19 punti per lui a fine primo tempo, ben supportato da Benevelli, in campo al posto di Nicevic per i 3 falli del lungo croato, scavano un solco di 5 punti a favore degli ospiti, che vanno al riposo lungo in vantaggio per 41-46.

Alla ripresa delle ostilità Barcellona torna a farsi sotto arrivando sul -1 con un ottimo Filloy, presente a rimbalzo offensivo, ma una tripla di Portannese e la classe di Sandro Nicevic, quattro punti in fila dalla media distanza, più una stoppata su Fantoni in un contropiede 4vs1 mal sfruttato dai giallorossi, portano l’Orlandina al massimo vantaggio sul 47-55, con Calvani costretto a chiamare timeout al 25′. Il minuto di sospensione ha i suoi benefici per la squadra di casa, che dalla panchina con Toppo e Ganeto riesce a trovare punti importanti, mentre l’Orlandina rallenta un po’ in attacco, con alcune scelte di Mays non proprio corrette ed al 30′ l’Orlandina è in vantaggio per 56-59.

Ultimo e decisivo periodo per le sorti dell’incontro e della serie che inizia con un canestro di Young dalla media distanza e due liberi di Mays. Portannese commette un’ingenuità facendosi chiamare un tecnico per uno scontro verbale con Ganeto e commettendo anche il quinto fallo che lo estromette dalla partita. Natali segna la tripla del sorpasso (63-61), ma risponde prontamente Archie con un’altra bomba per il nuovo +1 Upea, Ganeto fa 1/3 dalla lunetta ed a 6′ dalla fine parità assoluta tra le due squadre a quota 64. Gli attacchi subiscono la pressione di una partita così importante e le due squadre commettono diversi errori, Nicevic trova il canestro della parità a quota 69 a 3′ dalla fine dopo una tripla semi-impossibile del solito Young. Mays prova a dare un senso alla sua gara con una tripla da distanza siderale, ma 4 liberi in fila di Ganeto riportano i giallorossi sul +1 a 2′ dalla fine. Nicevic fa 1/2 dalla lunetta e Collins in penetrazione dà il nuovo +2 ai suoi a 1’13” dal termine. Nicevic continua a litigare col canestro dalla lunetta, sbagliando il primo e segnando il secondo e sul ribaltamento di fronte, dopo un’azione a dir poco rocambolesca Collins riesce a trovare Ganeto libero da oltre l’arco, che segna da tre punti il +4 Barcellona a 35″ dalla fine. Sembra finita, ma l’Orlandina non si dà mai per vinta e Mays segna da sotto canestro il -2, prima che Collins vada dentro con la moto battendo il recupero di Nicevic. Lo stesso Mays spara da 9 metri il -1 a 14″, Collins fa 2/2  (82-79), mentre Mays subisce fallo da Maresca, segnando il primo libero e sbagliando intenzionalmente il secondo, ma il rimbalzo è preda dello stesso Collins che subisce a sua volta fallo ed a sua volta fa 1/2 per l’83-80 che da ancora una volta a Capo d’Orlando la speranza di pareggiare la partita e mandarla all’overtime, ma il tiro di Basile da metà campo prende solo il ferro.

Appuntamento dunque a domenica con gara 4, con Barcellona che proverà a tornare a Capo d’Orlando per gara 5 e la squadra di Pozzecco che farà di tutto per negarglielo.

Sigma Barcellona – Upea Capo D’Orlando 83-80 (23-22, 18-24, 15-13, 27-21)

Barcellona: Young 12, Toppo 5, Maresca 2, Natali 5, Collins 14, Filloy 8, Iurato ne, Ganeto 19, Pinton 6, Fantoni 12. Allenatore: Marco Calvani

Orlandina: Basile 5, Soragna 21, Laquintana, Benevelli 4, Nicevic 18, Portannese 5, Mays 18, Archie 9, Ciribeni ne, Valenti. 
Allenatore: Gianamarco Pozzecco

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close