Immagine 012

“Peppino Vive” nei giovani santagatesi

Immagine 012

Sant’Agata di Militello – Oggi, 9 maggio 2014, ricorre il XXXVI anniversario dalla barbara uccisione di Peppino Impastato, trucidato da Cosa Nostra nella notte tra 8 e 9 maggio 1978.

Per questo motivo, con gioia ed orgoglio, l’associazione “Giovani per Sant’Agata” come ogni anno dal 2012 ha organizzato qualcosa, in questo caso un corteo, in ricordo dell’attivista di Cinisi.

Dopo l’intitolazione di Piazzale Peppino Impastato fortemente voluta dall’associazione, quel luogo è un posto dove ricordi, riflessioni e pensieri si congiungono e trovano la loro espressione ogni 9 maggio.

Anche quest’oggi è stata una giornata fantastica per il movimento giovanile santagatese. Il corteo, partito dal Centro Commerciale Agorà con la presenza dei rappresentanti delle scuole superiori santagatesi, è giunto in Piazzale Peppino Impastato. Qui è stato poggiato, vicino al ceppo commemorativo, un cuscino di fiori e ci sono stati interventi e letture.

A prendere la parola per primo è stato il neo presidente dell’associazione, Emanuele Belligno: «Quest’oggi è una giornata importante per tutti noi. Si commemora la figura di Peppino Impastato, un ragazzo che non si è adattato agli eventi che lo circondavano, ma li ha combattuti e denunciati affinchè potessero cambiare. La nostra associazione è soddisfatta inoltre della partecipazione di alcuni ragazzi delle scuole che hanno contribuito a rendere l’evento indimenticabile e di profonda crescita». Subito dopo si sono alternati, con letture di poesie ed interventi, i ragazzi dell’associazione e delle scuole.

“Peppino Vive” è stato lo slogan che i ragazzi dell’associazione hanno scritto nello striscione portato in corteo fino al piazzale. “Peppino Vive” negli occhi e nell’attenzione dei ragazzi presenti oggi. “Peppino Vive” in ognuno di noi e continuerà a farlo sempre.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close