Mays_Sigma_

C. d’Orlando: con una prova di carattere l’Upea vince anche gara 2

Mays_Sigma_

L’Orlandina porta la serie playoff sul 2-0 battendo nuovamente Barcellona tra le mura amiche nella gara 2 del primo turno playoff Adecco Gold. Una partita certamente più bella e combattuta rispetto a gara 1, in cui Capo d’Orlando ha trovato un avversario più competitivo e ha potuto esprimere al meglio la sua pallacanestro. Adesso ai ragazzi di coach Pozzecco basterebbe vincere una delle tre partite che seguiranno per chiudere la serie (venerdì alle 21:15 a Barcellona per gara 3, domenica ancora al PalaAlberti ed eventuale gara 5 di nuovo a Capo d’Orlando mercoledì 14).

Il primo quarto è equilibrato, le difese sono aggressive e nervose, i tiri da dentro l’arco sono complicati e dopo 5 minuti il punteggio è sul 4-7. I barcellonesi in avvio sono un po’ più concentrati e riescono a trovare soluzioni migliori, arriva la prima tripla della partita per mano di Filloy (4-10), ma gli risponde Mays, cui risponde ancora Collins (7-13). Ma i padroni di casa non sono da meno e vogliono mettere da subito le cose in chiaro con un parzialino di 8-1: Mays recupera e vola in contropiede a depositare il 15-14 e sulla sirena Archie, correggendo spettacolarmente in tap-in il tiro di Benevelli, chiude la prima frazione sul 17-14.

Il secondo parziale si apre con il contro-break barcellonese di 0-10: tripla del pareggio di Pinton, cui segue il vantaggio firmato Ganeto e la tripla da 8 metri di Young. A seguito di uno scontro a terra tra Soragna e Natali, le proteste del capitano orlandino gli costano un fallo tecnico e capitan Maresca dalla lunetta realizza il +7 (17-24). Nicevic sblocca i suoi con il tiro dalla sua mattonella, ma la tensione in campo cresce minuto per minuto anche a causa degli errori arbitrali. I paladini ricuciono lo strappo e con il lungo croato sono ancora sotto di 3, ma Barcellona sembra giocare addirittura meglio senza il suo asso Andre Collins e, trovando le sue bocche di fuoco in Young e Toppo chiude il secondo quarto sul 25-34.
Archie_sigma

Il discorso di coach Pozzecco negli spogliatoi fa più che bene ai paladini, che al rientro realizzano con Nicevic e Archie un parzialino di 7-0. Il time-out che coach Calvani chiama per parlarci su serve a coach Poz per invitare il pubblico bianco-azzurro ad applaudire più forte i suoi ragazzi. La schiacciata di Fantoni interrompe il break, ma Archie mette la seconda tripla e Portannese dalla lunetta riporta l’Orlandina con il naso avanti (37-36). Filloy prova a tenere ancora avanti i suoi, ma il fallo tecnico fischiato a Calvani, cui segue un altro fallo tecnico alla panchina di barcellona a causa di una bottiglietta d’acqua giunta in campo dai tifosi barcellonesi, manda Mays in lunetta a firmare il +3 Upea (41-38). Collins e Filloy riportano i giallo-rossi avanti per un attimo (41-43), ma la tripla di Portannese, l’appoggio di Benevelli in transizione su assist di Mays e ancora la tripla di Mays da 8 metri sulla sirena, chiudono il terzo quarto sul 49-43 e infiammano il PalaFantozzi.

L’ultima frazione si apre con il 2/2 dalla lunetta di Mays che porta i paladini sul massimo vantaggio (+8), 51-43. La difesa dei padroni di casa è intensa, Pinton prova ad accorciare con il tiro da fuori, ma i paladini sono in trance agonistica: Soragna, la tripla di Archie, ancora Archie dalla media, Basile dalla lunetta e un’altra tripla di Archie spediscono i paladini sul +15 (60-48), quando mancano 4 minuti alla fine del match. Collins prova a salvare la faccia con la penetrazione in solitaria, Basile mette uno dei liberi a sua disposizione. Coach Calvani prova a parlarci su, ma ormai c’è poco da fare e la tensione, nella panchina ospite, si trasforma negli spintoni tra Young e i suoi compagni e il presidente Bonina. La gara si chiude sul 66-54 e l’appuntamento è rinnovato a venerdì sera al PalaAlberti di Barcellona Pozzo di Gotto per gara 3.

“Ancora complimenti a Capo d’Orlando – dichiara coach Calvani nel post gara -, ha trovato un avversario più agguerrito rispetto a gara 1, ma è riuscita lo stesso a vincere meritando sicuramente.”
“Come ha detto Calvani abbiamo trovato una squadra prontissima e in forma – dice Pozzecco in conferenza -, per me ha dominato la partita Basile, che nonostante abbia fatto 1/8 al tiro, è stato un supereroe in difesa. Benevelli in due o tre azioni sembrava Dennis Rodman. Oggi abbiamo pagato la stanchezza e la pagheremo ancora di più nelle prossime gare, spero che abbiano il tempo di ricaricare le pile, ma questi ragazzi sono fantastici e non perderanno mai.”

Upea Orlandina Basket – Sigma Barcellona 66-54 (17-14; 25-34; 49-43)
Orlandina: Basile 5, Soragna 4, Laquintana, Benevelli 2, Nicevic 10, Portannese 7, Mays 21, Archie 17, Ciribeni, Valenti. Coach: Gianmarco Pozzecco.
Barcellona: Young 11, Toppo 4, Maresca 4, Natali, Collins 10, Filloy 8, Ganeto 2, Pinton 8, Fantoni 7, Iurato n.e. Coach: Marco Calvani

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close