Orlandina Paolo e Ciccio

C. d’Orlando: Orlandina Calcio salva, la gioia di Fascetto e De Cristofaro

Orlandina Paolo e Ciccio

Anche se è servita una vittoria nell’ultima giornata di campionato, l’Orlandina è salva. Il club del Presidente Massimo Romagnoli, dopo una stagione travagliata, ha raggiunto la permanenza nel torneo di Serie D superando 3-2 la Battipagliese al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando e regalando così ai propri sostenitori una grande gioia dopo tanta apprensione. Gioia per il risultato raggiunto condivisa anche dai calciatori paladini, ovviamente. Il centrocampista Paolo De Cristofaro e il difensore Francesco Fascetto sono intervenuti ieri sera a “Sport Park”, in onda ogni lunedì alle 19 su Radio DOC, per raccontare questa intensa stagione biancoazzurra.

«È stata una stagione lunga e faticosa – rivela Fascetto -, iniziata il 25 di luglio e finita solo a maggio, all’ultima giornata. Abbiamo inseguito la salvezza per tutto l’anno e l’abbiamo meritatamente ottenuta domenica vincendo contro una squadra forte come la Battipagliese. A mio parere abbiamo compiuto un mezzo miracolo sportivo. La nostra era una squadra giovane, che peccava di inesperienza. Durante il campionato abbiamo avuto un periodo davvero buio che ci è costato tanti punti. In quel momento della stagione, però, abbiamo avuto tanti infortuni che ci hanno penalizzato poiché la rosa era ovviamente limitata. Abbiamo avuto a che fare con avversari dal budget nettamente superiore rispetto al nostro ma siamo riusciti a centrare l’obbiettivo che ci eravamo prefissati senza mai scivolare in zona play-out e siamo felicissimi di questo. Nell’arco del torneo sono successe tante cose in società e anche a livello di staff tecnico. Abbiamo cambiato allenatore, ritrovando serenità per lavorare meglio in settimana e questo ci ha aiutato tantissimo. La mia stagione non è stata impeccabile. Ho iniziato bene, poi, anche a causa di qualche acciacco, sono calato a livello di rendimento. Ho segnato poco rispetto alle mie abitudini, per fortuna il mio gol col Torrecuso è valso tre punti. Diciamo che sono moderatamente soddisfatto di me stesso, la mia è stata una stagione da 6. Troppi gol subiti? Vero, non fa mai piacere. Abbiamo commesso tanti errori individuali e li abbiamo giustamente pagati. Fortunatamente ne abbiamo anche fatti tanti, quindi possiamo consolarci e goderci questa salvezza».

Arrivato a dicembre, anche Paolo De Cristofaro ha comunque vissuto intense emozioni a Capo d’Orlando: «Ho iniziato la stagione con la Vibonese, poi a dicembre è arrivata la chiamata dell’Orlandina e non ci ho pensato un attimo ad accettare questa destinazione. Qui mi sono trovato benissimo e sono davvero felice di aver contribuito alla salvezza di questa squadra. Credo la svolta in positivo sia arrivata con le vittorie interne su Cavese e Pomigliano. Con quei successi ci siamo realmente guadagnati la permanenza in Serie D. Con la Battipagliese è stata partita vera ed è stato giusto così. Ci siamo complicati un po’ la vita ma abbiamo vinto e adesso possiamo festeggiare dopo un’annata di sacrifici. Mister Galfano è stato bravo a dare tranquillità ad un gruppo che aveva perso delle certezze dopo un periodo molto negativo. Noi abbiamo risposto bene sul campo e il risultato finale è stato una logica conseguenza del lavoro svolto con tecnico e compagni. Non so dare un giudizio alla mia stagione. Posso però dire che l’Orlandina ha fatto un campionato incredibile vista anche l’età media della squadra. Adesso meritato riposo per tutti».

La stagione dell’Orlandina Calcio finisce così, con tanti sorrisi e una permanenza in Serie D conquistata meritatamente da uno splendido gruppo che ha dato tutto per questi colori. All’anno prossimo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close