IMG_7570

C. d’Orlando: Galfano e Marasco: «Salvezza dipende da noi»

IMG_7570

La salvezza dell’Orlandina dipende dall’Orlandina stessa. Questo il pensiero, più che condivisibile, di mister Angelo Galfano e dell’attaccante Gennaro Marasco (foto Germanà), intervenuti oggi in conferenza stampa prima dell’ultima partita del Girone I del torneo di Serie D contro la Battipagliese.

Domani al “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando, i paladini scenderanno in campo consci del fatto che il proprio destino passa da una vittoria contro la Battipagliese. Cogliendo tre punti contro i campani, infatti, i biancoazzurri del Presidente Massimo Romagnoli sarebbero aritmeticamente salvi.

«La cosa per noi più importante – spiega mister Galfano – è che dipendiamo solo da noi stessi. Sappiamo che vincendo il nostro obbiettivo sarà raggiunto, quindi ce la metteremo tutta. Tatticamente questa è una partita impossibile da preparare. In settimana abbiamo lavorato soprattutto sull’aspetto mentale, le nostre motivazioni devono fare la differenza. Dobbiamo andare in campo mille volte più convinti e affamati dei nostri avversari, non possiamo prescindere da questo. A Montalto abbiamo dominato per mezz’ora, dopo il loro uno-due ci siamo demoralizzati e abbiamo mollato. Questo domani non deve succedere. Dobbiamo essere concentrati per 95′, senza avere fretta di fare gol, consapevoli che basta anche un 1-0 per salvarci. Dipende solo da noi. A loro mancheranno anche alcuni giocatori importanti, vogliamo chiudere la nostra stagione e non possiamo sprecare questa occasione. Voglio spendere due parole anche sulla richiesta di rinvio respinta al Due Torri. Credo sia una vergogna. Il Dipartimento Interregionale doveva imporre lo slittamento delle gare e non lasciare potere decisionale alle società sulla vicenda. Inoltre, trovo sia vergognoso che alcuni club abbiano anteposto i propri interessi tecnici ed economici alla morte di un ragazzo così giovane e che sarebbe potuto essere figlio di chiunque di noi. Questo non è più calcio».

Sulla stessa lunghezza d’onda Gennaro Marasco. L’attaccante paladino, uscito malconcio dalla sfida con il Comprensorio Montalto a causa di un problema al tendine popliteo, stringerà i denti e ci sarà contro la Battipagliese: «Non sono al 100% ma non mi tirerò certo indietro in una gara di questa importanza. La Battipagliese non ha più nulla da chiedere al campionato ma sicuramente giocherà la sua onesta partita. Noi dobbiamo inseguire la vittoria a tutti i costi, non ci sono alternative. Non sento il peso di dover segnare ad ogni costo, si vince in gruppo. Nella mia carriera ho giocato partite anche più importanti di questa, non temo la pressione. Se tutti mettiamo in campo la cattiveria giusta il risultato arriverà. Avremo bisogno di un’atmosfera calda. Speriamo nel supporto del pubblico ma se non sarà così dovremo essere noi calciatori in campo a crearla. Il nostro destino è nelle nostre mani».

Orlandina-Battipagliese si giocherà alle ore 15 di domenica 4 maggio presso il “Ciccino Micale” di Capo d’Orlando. Tutti, in casa paladina, sperano sia l’ultimo capitolo di un campionato che, se chiuso con la salvezza senza play-out, sarebbe da considerarsi assolutamente positivo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close