Municipio

Sant’Agata M.llo: quel finanziamento di 600.000€ per la sala d’asta che contrappone Sindaco e Presidente del Consiglio

Municipio

Il Dirigente Generale del Dipartimento Regionale degli Interventi per la Pesca dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura ,dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea , con D.D.S. N.916 del 17 /12/2013 registrato alla corte dei conti il 28/1/2014 ha ammesso a finanziamento il progetto presentato dal Comune di Sant’Agata di Militello relativo ai lavori di “Realizzazione di una sala d’asta e delle relative strutture ausiliari ” per un importo di 600.000 Euro. La notizia accolta dall’Amministrazione Comunale con grande compiacimento per la realizzazione di un, opera chè comporterà sicuramente un beneficio sostanziale agli operatori del mondo della Pesca ha fatto sconcertare il Presidente del Consiglio Antonio Scurria che in un comunicato stampa riferisce quanto segue:
Ancora una volta corre l’obbligo di smascherare il maldestro tentativo di chi, in evidente carenza di risultati amministrativi, vorrebbe accaparrarsi meriti della precedente amministrazione– scrive il Dott Scurria con evidente turbamento- ” Ciò, in quanto il finanziamento dell’opera, com’è facilmente verificabile, risale all’anno 2012 (DDG n°582 del 31/10/2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n° 55 del 28/12/2012 e registrato alla Corte dei Conti in data 07/12/2012). Il Comune di Sant’Agata Militello ha, infatti, ottenuto il finanziamento dell’opera classificandosi al primo posto della graduatoria dei progetti ammessi a seguito di partecipazione, con un progetto di livello definitivo redatto dall’U.T.C., ad un bando dell’Assessorato Regionale delle risorse agricole e alimentari risalente all’anno 2011! L’unica “attività” dell’attuale amministrazione, che si sostanzia in un “atto dovuto”, è consistita nella trasmissione alla Regione del progetto esecutivo, al fine di non incorrere nell’esclusione del progetto dalla graduatoria, come previsto dall’art. 3 del citato DDG n° 582/2012. 
Volere contrabbandare per propri i risultati il lavoro e l’impegno altrui– conclude il Presidente- evidenzia un “modus operandi” francamente grottesco e che mal si concilia con il rispetto per i cittadini che hanno il diritto, al di là delle appartenenze politiche, di essere correttamente informati”
La risposta ufficiale del sindaco Sottile non è tardata e tramite nota stampa il primo cittadino santagatese scrive
Mi piacerebbe fugare una volta per tutte i dubbi del consigliere Scurria riguardo “alla coerenza ed alla correttezza” che ha sin qui caratterizzato la mia azione amministrativa. Mi rammarica– continua il Dott. Sottile- non poco il fatto che lo stesso definisca grottesco il mio comportamento e credo invece che il suo (di comportamento), mal si concilia con il rispetto di chi,come me, è solo un professionista prestato alla politica e non crede invece che la politica possa in qualche modo prestarsi a lui.
Di conseguenza, mi aspetto un comportamento più coerente e corretto se veramente anche lui, come me, vuole dimostrare ai nostri Concittadini di essere al loro servizio cercando di profondere, senza alcuna strumentalizzazione, il proprio impegno quotidiano per la risoluzione dei tanti problemi ereditati dalla precedente Amministrazione. Aspetto quindi la definitiva prova dei fatti e mi piace credere che la sua puntualizzazione sull’argomento, sia soltanto frutto di una mera rivendicazione elettorale, considerata l’imminente consultazione del prossimo 25 Maggio”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close