Ancione

Serie D: niente festa per l’Orlandina, al Due Torri non basta Ancione

Ancione

Turno infrasettimanale positivo a metà per le messinesi, con Due Torri e Città di Messina che portano a casa punti importanti dalle trasferte in Campania ma senza vincere e con l’Orlandina che deve rimandare la festa salvezza causa vittoria del Rende ad Agrigento con l’Akragas.

Allo “Squitieri” di Sarno, in campo neutro e a porte chiuse, si affrontano Torrecuso e Due Torri, squadre che si conoscono molto bene dopo lo spareggio dell’anno scorso che sancì la promozione dei campani e condannò a sperare nel ripescaggio, poi andato a buon fine, i siciliani. I biancorossi cominciano meglio la partita e passano alla mezz’ora grazie al solito Riccardo Ancione (foto Di Carlo). Passa poco, però, e i padroni di casa pervengono al pari con Aracri al 43′. Nella ripresa il risultato non si sblocca, con la gara che si conclude 1-1. Ottima, comunque, la prestazione del Due Torri di Alacqua che racimola un punto fondamentale in chiave play-out.

Stesso risultato ma qualche sorriso in meno per il Città di Messina di Laganà, che al “Barassi” di Napoli, in campo neutro contro il Pomigliano, non va oltre il pari contro i padroni di casa ridotti in dieci uomini dal 4′ per l’espulsione di Candrina. Sono addirittura i campani ad andare in vantaggio con Panico su rigore, prima che un gran gol di Cappello al 65′ ristabilisca l’equilibrio iniziale nel match. Il Città di Messina deve fare “mea culpa” per un primo tempo davvero deludente anche se i giallorossi hanno come alibi le tante assenze, una su tutte quella del gioiello Vella.

Nel frattempo, clamoroso all'”Esseneto” di Agrigento, dove l’Akragas cede in casa al Rende, diretta concorrente alla salvezza dell’Orlandina. I calabresi vincono 0-1 grazie alla rete di Marchio e rimandano la festa salvezza dei paladini a data da destinarsi nonostante i biancoazzurri siano saliti a quota 40 in classifica grazie alla vittoria a tavolino contro l’ormai radiato Ragusa. A questo punto per la squadra di mister Galfano fondamentali diventano le sfide con Comprensorio Montalto in trasferta e con Battipagliese in casa. A Torre Annunziata, intanto, Savoia batte Licata 7-2 e vola matematicamente in Lega Pro.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close