bevacqua-calanna

Naso: “nessun progetto definitivo della protezione civile e finanziamenti aleatori”

IMG_20140414_124638027

Vogliono vederci chiaro il Presidente del Consiglio Comunale Bevacqua assieme al Consigliere di minoranza Calanna che, nella mattinata di ieri, si sono recati al dip. protezione civile regionale e all’assessorato territorio e ambiente. Dall’incontro con l’ingegnere Foti è emerso che per mancanza di fondi non è stato predisposto alcun progetto definitivo per la zona del centro storico interessata dal dissesto e che il finanziamento già annunciato di due milioni e mezzo ad oggi è ancora incerto. Inoltre mancherebbe del tutto la richiesta di finanziamento per le frane che interessano le c.de Malò e Due Fiumare. Il Presidente dunque invita tutti i cittadini alla costituzione di un comitato che solleciti costantemente chi di competenza ad intervenire il prima possibile sulle condizioni ormai molto critiche del paese. Non manca l’appunto ai commenti del Consigliere Letizia.

Di seguito il comunicato stampa.

bevacqua-calanna
“Per la gravissima situazione del centro storico ed in assenza di altre risposte, questa mattina mi sono recato, insieme al Consigliere CALANNA Massimo, al dipartimento di protezione civile regionale ed all’assessorato territorio ed ambiente. Siamo stati ricevuti rispettivamente dall’ing. C. FOTI e dal dott. A. GUADAGNINO.
Avendo nuovamente ribadito l’urgenza d’intervenire tempestivamente sulla frana del centro storico e su quelle delle contrade, si rappresenta quanto segue:
1) la protezione civile non sta predisponendo alcun progetto definitivo per il versante del centro storico in quanto mancano i fondi necessari.  Speriamo si ottenga quanto prima il riconoscimento dello stato di emergenza  affinché si inizi concretamente a fare qualcosa.
2) I 2 milioni e mezzo di euro annunciati sono, ad oggi, aleatori. Si invita, pertanto, chi di competenza a vigilare con molta attenzione.
3) non esistono all’assessorato territorio ed ambiente, così come riferito dall’ufficio, progetti e richieste di finanziamento per intervenire sulle frane delle c.de Malò e Due Fiumare. In verità, come riferitomi dagli uffici comunali, relativamente alla frana di Malò è stata presentata richiesta d’intervento al ministero competente. Sarebbe importante capire anche qui cosa è stato fatto o se la pratica si è persa nei meandri della burocrazia.

Alla luce dei primi due punti,  credo sia necessaria una grande mobilitazione di piazza che richiami fortemente l’attenzione dello Stato e della Regione sui nostri problemi. Non credo si possa perdere altro tempo o, peggio ancora, rischiare di rimanere esclusi da finanziamenti . In questa fase ritengo importante l’istituzione d’ un comitato cittadino che, anche col contributo dei tecnici locali, sproni costantemente ogni istituzione preposta a non abbassare la guardia, ponendosi come unico obiettivo la salvezza del nostro Paese.
Ringrazio a nome mio e del Consigliere CALANNA,  l’on. Filippo PANARELLO per la sensibilità dimostrata relativamente al problema del dissesto.

Avendo letto le considerazioni del consigliere Nino LETIZIA, se ne prende atto”.

Naso, 16 aprile 2014

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Ivan BEVACQUA

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close