1

S. Stefano C.: inaugurato il laboratorio di ceramica per gli alunni della scuola elementare

1

Una cultura fatta di arte, di antica tradizione ceramica, di colori e di bellezza che parte dai banchi di scuola.  Un intento importante e lodevole quello che le maestre della scuola elementare “Giuseppe Lombardo Radice” di S. Stefano di Camastra si pongono come obiettivo, ovvero quello di offrire ai piccoli alunni la possibilità di accostarsi a quella che rappresenta la storia della cittadina delle ceramiche, il suo presente e il suo futuro. L’importanza di una scuola che deve formare dei giovani a 360 gradi, e non solo a saper leggere, scrivere e far di conto, ma anche conoscere ed apprezzare le radici di un popolo, nella speranza che esse siano non solo ricordo di un glorioso passato  ma anche presente sul quale costruire il domani. Questo il messaggio principale che si vuole trasmettere con questa nuova iniziativa.

 

E al fine di poter perseguire questo importante obiettivo, martedì 15 aprile la scuola ha ufficialmente inaugurato il primo laboratorio di ceramica, alla presenza del primo cittadino Francesco Re,  del Presidente del parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, del parroco, Don Calogero Calanni, nonché alla presenza di una nutrita rappresentanza delle famiglie che hanno pienamente accolto questo progetto.

 

Un’idea, quella del laboratorio di ceramica per i piccoli alunni, che si sposa pienamente con quella che è la storia che ruota attorno a questa piccola realtà scolastica. Come ha raccontato  una delle maestre che ha voluto e realizzato questa iniziativa, che lei stessa definisce un sogno, Annunziata Fratantoni,  l’idea di un laboratorio di ceramica per una scuola primaria, mezzo principale per la formazione dei giovani di questo territorio che ha fatto dell’arte ceramica il suo life motive, nasce quasi spontaneo. Basta pensare prima di tutto, dichiara, che la scuola è intitolata ad un grande pedagogista, Giuseppe Lombardo Radice, il quale punta su un percorso che è quello dell’opificio, del laboratorio, all’interno del quale l’uomo si forma e quindi il bambino si forma.

 

Ma punto di riferimento principale in questo percorso è stata senza dubbio quella è la storia locale, fatta di grandi artigiani che hanno lasciato un’importante eredità. E se è vero- prosegue l’insegnante- come disse Gesualdo Bufalino che “gli artigiani stefanesi si muovono con passo sicuro nel solco della tradizione”,  non possiamo di certo noi, insegnanti, non far tesoro di questo messaggio e disattenderlo2

3

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close