maniaci_piraino

Piraino: il Sindaco Maniaci si autoelegge presidente dell’Aro

maniaci_piraino
L’Assemblea dell’Aro della Costa e dei Monti saraceni, costituita tra i Comuni di Piraino e Sant’Angelo, dopo il rinvio della scorsa settimana, oggi ha eletto Presidente il primo cittadino di Piraino.

Il rinvio si era reso necessario perché i due comuni non avevano trovato un accordo.

A differenza di quanto contenuto nelle linee guida dell’Assessorato regionale per l’Energia, secondo le quali in mancanza di un’intesa, capofila fosse chi aveva il maggior numero di abitanti, la convenzione firmata dai due Enti, approvata dai rispettivi Consigli comunali, per gli organismi prevede la durata di due anni e sei mesi  e l’alternanza, sia per il comune capofila, che per la presidenza.

“Nel corso della precedente riunione – ha dichiarato il Sindaco di Sant’Angelo – avevo dato la disponibilità a che iniziasse il mio comune come capofila. Tale considerazione nasceva dal fatto che il mio mandato di amministratore dura meno di due anni e mezzo e perché, oltre ad essere stato animatore e promotore per la nascita dell’Aro con Piraino, che contemporaneamente trattava con altri comuni, ho preparato le bozze degli atti (schema di convenzione e delibera). Sulla scorta di queste considerazioni – prosegue Caruso – anche se non era vincolante, a suo tempo anche i Presidenti dei Consigli avevano convenuto sull’opportunità  che iniziasse Sant’Angelo come capofila. Per precisione – conclude il primo cittadino di Sant’Angelo – la collega Maniaci si è autoeletta. Infatti, solo grazie alla mia astensione lei è diventata presidente. Non volevo si sprecasse altro tempo, atteso che ci hanno fatto perdere quasi due anni per arrivare a questo travagliato traguardo”.

Adesso si dovrà procedere con la nomina del Rup e alla costituzione dell’Ufficio comune. A seguire bisognerà richiedere la delimitazione territoriale e poi si dovrà procedere con l’approvazione del Piano d’Azione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close